E con oggi comincia il “pazzo marzo”: un mese che ci porterà alle votazioni, a nuove elezioni e , tutti sperano, ad un cambiamento positivo soprattutto in sud Italia.

La mensilità sarebbe dovuta partire con un’allerta meteo, ma in effetti le previsioni hanno sbagliato clamorosamente, dunque potrebbe essere così anche in futuro giusto?

A Casoria purtroppo i problemi che ci sono e ci sono stati, tristemente persistono: ancora “spazzatura”, ancora manifestazioni, ancora proteste, ancora acclamazioni e dispiaceri per quello che accade e che accadrà. Tutti sperano che la primavera e soprattutto un nuovo governo, possa portare quella prosperità e benessere che si sogna da tempo.

Nel nostro comune, ci si augura che il bel tempo faccia uscire la luce un po’ per tutti;di recente c’è stata la neve, una copiosa nevicata che per qualche giorno ha fatto scordare le vere problematiche che attanagliano la città.

Ecco che in un momento Casoria, si è trasformata in un paesino di montagna gioioso dove tutti si sono riversati in strada, soprattutto nella centralissima Piazza Cirillo,  hanno giocato con le palle di neve, adulti e ragazzini come si faceva una volta.

Passato il momento di gaudio, si è ritornati alla “vita normale”e a quelle antiche preoccupazioni che sfortunatamente non ci lasciano mai. Non dobbiamo poi dimenticare però che Casoria comprende anche Arpino, una megafrazione importante e anch’essa degna di considerazione.

Proprio di recente, abbiamo pubblicato un articolo in cui i cittadini della megafrazione si lamentavano di uno spostamento dei seggi per loro immotivato: un residente Rino Troiano, ha lanciato delle accuse forti che non sono rimaste inosservate.

Dal canto nostro come redazione de “Il giornale di Casoria” ci rendiamo sempre disponibili a dar voce ai cittadini, a ascoltare le esigenze del popolo e dare libero sfogo a chiunque voglia dire la propria.

Ovviamente Casoria non è solo “male”: più e più volte ci siamo occupati di artisti, poeti, scrittori, ballerini, eccetera, che si sono affermati come talenti, grandi o piccoli che siano.

Casoria poi è anche “iniziative”, ori, street food, concorsi di foto, opere di beneficenza, come ogni piccolo grande comune del circondario che si rispetti.

Ci auguriamo per davvero che questo marzo porti una primavera che possa inorgoglire tutti noi e soprattutto una nuova politica che faccia sbocciare di nuovo la speranza per tutti.

Condividi su
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •