Home Cronaca & Attualità Botti di capodanno: un morto ad Asti, solo 8 i feriti tra...

Botti di capodanno: un morto ad Asti, solo 8 i feriti tra Napoli e provincia.

248
0

Il 2021 si apre con il solito bollettino di guerra causato dai botti di Capodanno. Un bambino di 13 anni, che viveva nel campo nomadi, colpito da un petardo all’addome o un colpo di arma da fuoco, è morto ad Asti. E’ stato soccorso immediatamente e trasportato in ospedale dove purtroppo non c’è stato nulla da fare. In aggiunta alla tragedia i familiari hanno danneggiato il pronto soccorso dopo aver richiesto di vedere la salma che però è stata trattenuta per l’autopsia.

Invece sono 8 i feriti tra Napoli e provincia, facendo registrare il dato più basso di sempre, l’anno scorso per esempio furono 48. Tra gli 8 feriti, nessuno versa in gravi condizioni, ma una donna che si trovava a casa dell’anziana madre a Mugnano (Napoli), è stata raggiunta da un colpo d’arma da fuoco vagante che l’ha ferita all’occipite. La donna è ricoverata al Cardarelli, non in pericolo di vita, con il proiettile che sarà estratto nei prossimi giorni.

Nonostante i divieti e le ordinanze firmate dalla maggior parte dei sindaci campani, allo scoccare del nuovo anno, si è assistiti ad almeno quarantacinque minuti di fuochi d’artificio, nel capoluogo e nell’hinterland. Da segnalare purtroppo lo scoppio di molti ordigni ad alto potenziale e l’assoluta mancanza di sensibilità e e di rispetto di molti che nonostante il periodo non hanno resistito a questa primordiale abitudine radicata nel tessuto sociale della città. In ogni caso il dato registrato, conferma che alla fine ha avuto la meglio la voglia di festeggiare senza inutili rischi, con il ricorso prevalentemente a fuochi legali.

In tutta Italia, il dato degli interventi hanno subito una sensibile riduzione, di quasi due terzi rispetto all’anno scorso, probabilmente anche grazie anche ai divieti e alle zone rosse istituite per il covid.

Articolo precedenteFrancesco Russo nominato collaboratore nello staff dell’eurodeputato Andrea Cozzolino. Arrivano le congratulazioni di Obiettivo Comune
Articolo successivoCapodanno 2021 l’inciviltà prevale sulle Ordinanze
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.