Home Politica Elezioni a Casoria: un voto libero per non essere schiavi

Elezioni a Casoria: un voto libero per non essere schiavi

58
0

Elezioni Regionali CasoriaSi svolgeranno domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 le elezioni amministrative regionali e comunali.

A Casoria abbiamo assistito al solito, frenetico valzer pre-votazioni. Una danza forsennata, spesso condita dalle fin troppo collaudate promesse “accalappia voti” che mai verranno mantenute. Il filo conduttore per eccellenza della campagna elettorale appena conclusosi, seguito quasi unanimemente dai candidati – indipendentemente dalle loro ideologie – è stato il seguente: essere vicini ai problemi dei cittadini per permettere a Casoria di risollevarsi. A tal proposito nasce, spontanea e legittima, una domanda: in che modo si intende prodigarsi per il bene della città, considerando che è stato proprio l’operato scriteriato dei politicanti (e non politici) alternatisi nel corso dei decenni ad aver messo in ginocchio Casoria? Il triste gioco dello scaricabarile segue il solito copione: dare la colpa sempre e comunque a qualcun altro al fine di intortare il popolo. Ebbene, sarebbe pur lecito chiedersi di chi siano, una volta per tutte, le responsabilità dello scempio cui siamo arrivati. Non è più tollerabile che la nostra città sia in balia della criminalità, che i cittadini debbano fare i conti con costanti disservizi ed arrancare tra strade lerce e fatiscenti. Un voto libero, vale il nostro futuro e per quello dei nostri figli. Non vendete la vostra dignità al miglior offerente per fantomatici favori, come la più insulsa delle merci di scambio. Siate uomini e donne liberi e onorevoli, nel voto come nella vita.

Articolo precedenteAversa. Il Team Capasso trionfa ad Eboli nei tornei nazionali di karate
Articolo successivoI giovani di Arzano mettono in scena la speranza nella Terra dei Fuochi.
Classe 91. Giornalista pubblicista e studente di Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Vicedirettore presso Il Giornale di Casoria (con cui collabora dal 2012), giornalista e social media manager Fantagazzetta. L'energia, l'impegno, la responsabilità e l'ottimismo sono e sempre saranno il mantra della mia attività di giornalista, considerando i traguardi non come punti di arrivo, ma come stimoli che inducano a dare sempre il massimo.