Mattina di terrore a Casoria: un giovane ha prima rapinato e aggredito un dipendente di Casoriambiente, poi ha tentato di mettere a segno il colpo ai danni di una donna che si  trovava nei paraggi per caso. Per fortuna, almeno nel secondo caso, ha avuto la peggio.

Gli episodi sono cominciati intorno alle 5.30 del mattino: alle prime luci dell’alba, infatti, un dipendente di Casoriambiente è stato rapinato e poi malmenato durante il turno di lavoro.

Immediatamente soccorso, l’uomo è stato trasportato presso la vicina struttura ospedaliera dove è ancora ricoverato in condizioni non gravi.

Non è finita qui: lo stesso ragazzo, circa mezz’ora più tardi ha aggredito una donna nei pressi della Asl, dove lui dimora, tentando di rapinarla. Ma questa volta, come accennato, gli è andata male.

La signora infatti, è stata immediatamente aiutata da uno spazzino che si trovava lì nei paraggi, ma questo purtroppo non ha frenato la “furia” dell’aggressore: armato di coltello, ha tentato di usarlo contro il dipendente casoriano e solo l’arrivo dei carabinieri ha posto fine a quella che poteva essere una tragedia.

Alla vista delle volanti, il rapinatore si è prontamente nascosto in un in un condominio di via Pietro de Martino e solo dopo una serie di azioni congiunte i carabinieri sono arrivati a braccarlo.

Successivamente e con l’arrivo dell’autombulanza, i militari hanno provveduto ad accompagnare il giovane in ospedale sempre scortandolo.

Condividi su
  • 143
  •  
  •  
  •  
  •