Home Cronaca & Attualità Villette comunali di Casoria e Arpino: giostre rovinate, i genitori si sfogano...

Villette comunali di Casoria e Arpino: giostre rovinate, i genitori si sfogano sui social

427
0

“Sono mesi ormai che il ponte di questo gioco all’interno della villa comunale di Casoria è in questo stato! Un evidente pericolo per i bambini e mi domando quale intervento DIVINO sia necessario per rimpiazzare 4 toghe dilegno!”

Lo sfogo raccolto per l’ennesima volta dalla rete.

Villa comunale di Casoria, ad essere danneggiato è stato il piccolo ponte in legno del castello, attualmente inibito all’uso poichè alcune doghe non sono più fissate al resto della struttura.

Chiaro e lampante è il fatto che tale disagio non sia stato causato da bambini, non avrebbero potuto. È conseguenza quindi di atto vandalico o incauto utilizzo da parte di persone più grandi.

Per chi frequenta le villette con i giochi, non è purtroppo una novità, vedere gruppi di ragazzi che salgono tutti insieme sulle altalene per disabili, adolescenti che usano le giortrine in modo improprio, o ancora che distruggono per puro divertimento le giostrine a molla.

Lo si vede nella Villa di Casoria, così come nelle villette di Arpino e Cittadella: vandali che per puro divertimento imbrattano o distruggono senza scrupoli.

La rabbia dei genitori è diretta su due fronti, poichè in questi casi la mancanza di controllo delle amministrazioni cammina di pari passo con l’inciviltà e la strafottenza dei vandali.

Fin quando non impareremo che i beni pubblici vanno rispettati e tutelati come fossero nostri, fin quando non si comprenderà che il rispetto per il prossimo, o la sua mancanza, passano anche attraverso questi gesti, ci saranno sempre casi in cui, mentre si consuma la lotta tra chi deve tutelare e chi pretende che si ripristinino i danni, le uniche vittime incolpevoli saranno i nostri figli!

Articolo precedente“Te lo racconto”: lunedì 18 giugno evento/presentazione a Casoria
Articolo successivoLotta all’occupazione del suolo pubblico ad Arpino/Casoria. La polizia municipale ripristina gli spazi per il cittadino
Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali (cit.). Fondiamo le prime con l'educazione ed il senso civico , mentre le ali, la speranza di un futuro migliore, si conferiscono con il buon esempio di chi in prima persona si batte per ciò in cui crede. partendo da studi classici ritengo che la scrittura sia un ottimo strumento per farlo.