L’acqua del “laghetto” all’interno della villa comunale di Casoria, in via Pio XII è diventata ormai verde e piena di cartacce d’ogni genere. Ci nuotano anatre e pesci d’acqua dolce, oltre al fatto che la struttura è frequentata da bambini anche in età prescolare.

Il liquido verde che si vede, con l’innalzamento graduale delle temperature, sta assumendo anche un odore “non gradevole”: inoltre moscerini e altri insetti di varia natura, anche pericolosi e con grossi pungiglioni, stanno cominciando a invadere l’area.

Tutto ciò rappresenta un pericolo non solo per i minori, ma anche, si suppone non ingiustamente, per gli animali che nuotano in questi liquami da tempo e che potrebbero contrarre malattie e infezioni.

Sconsigliamo ai bimbi e ai genitori di sporcarsi con questo liquido verde che ormai non si può più chiamare acqua.

I casoriani reclamano decenza e soprattutto la manutenzione di una cosa che , apparentemente, sembra tanto elementare.

Non è finita qui: molti frequentatori abituali della struttura, segnalano, sempre tramite i gruppi facebook, la presenza di guardiani che poco o nulla si preoccupano dell’incolumità di bambini e ragazzi nella villetta, dato che, si dice,per la maggior parte del tempo, si preoccupano di riposare!

Condividi su
  • 36
  •  
  •  
  •  
  •  
  •