Un atto deplorevole e disgustoso, un attacco alla democrazia e alla legalità che sconvolge l’immediata campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative.

Atto intimidatorio contro la sede delle sezione cittadina della Lega a Via Torquato Tasso, in pieno centro cittadino: ignoti hanno appiccato il fuoco alla saracinesca della sede. Questa, ancora in fase di allestimento, ha subito il secondo attacco in pochi giorni: precedentemente era stato strappato violentemente lo striscione pubblicitario. Se questo fatto a prima vista sembra essere una sciocchezza, una bravata da ragazzini privi di educazione, ora acquista un nuovo e bruttissimo significato alla luce del danneggiamento della saracinesca.

Tutto ciò a poche ore da un altro atto intimidatorio, questa volta ad Aversa, altro comune avviato verso le amministrative: qui l’insegna della sede del comitato elettorale di Francesco Baldi per la Lega, è stata danneggiata da ignoti.

Questi giorni precedenti la campagna elettorale movimentati per la Lega a Casoria, oltre ai recenti attacchi, basti ricordare le dure contestazioni subite durante l’incontro “Dal Governo del Paese al governo di Casoria” lo scorso undici febbraio, dure contestazioni che hanno reso il necessario intervento della Polizia.

A Casoria stamane il responsabile della sezione cittadina l’avvocato Gennaro Crispino e la candidata sindaco per il centrodestra l’avvocato Angela Russo, hanno visitato la sede.

Queste sono le parole della candidata sindaco scritte sulla propria pagina facebook:

«Stanotte qualcuno ha dato fuoco alla sede della Lega di Casoria. Sono incredula e dispiaciuta.

Si tratta del secondo attacco a quella sede in pochi giorni. Se questo è un tentativo di fermarci, sappiate che avete ottenuto l’effetto opposto. Confido, come sempre, nel lavoro prezioso delle forze di polizia. Sono certa che tutte le forze politiche in campo prenderanno le distanze da un gesto tanto grave quanto codardo, e che questa sarà una campagna elettorale sui temi e sui problemi da risolvere. Noi andiamo avanti in questa direzione»

Contattato telefonicamente l’avvocato Gennaro Crispino gentilmente ha rilasciato questa dichiarazione:

«Attacco nella notte del 26 aprile da parte di coloro che hanno inneggiato alla giornata della Liberazione 25 aprile, mi fa capire l’ipocrisia dei nostri avversari politici che non conoscono il vero significato della parola libertà. Questo attentato incendiario non ci ferma in alcun modo, anzi se ci fosse bisogno, ci darà ulteriore slancio nella nostra azione politica tesa a dare dignità, vivibilità e sicurezza a Casoria e ai Casoriani.»

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •