Home Casoria Via Vittorio Emanuele: l’incrocio dell’autoscontro. Una rivalutazione del piano traffico da parte...

Via Vittorio Emanuele: l’incrocio dell’autoscontro. Una rivalutazione del piano traffico da parte dell’artista casoriano Mauro Bene.

152
0
Siamo precisamente nei pressi della stazione di Casoria, recente protagonista di una ristrutturazione, ma i particolari di sicurezza sembrano non rientrare in questo progetto di riqualificazione.
Primo fra tutti, il ponte scorciatoia pieno di erbacce e rifiuti vari, ma soprattutto una scalinata la cui percorrenza richiede un bell’atto di coraggio da parte di chi vi è costretto.
Poi, tutt’altro che subordinata la sicurezza dei conducenti che percorrono il tragitto che da via Verre a via Vittorio Emanuele porta verso la stazione o viceversa.
Sono strade che soffrono una cospicua affluenza tanto automobilistica, quanto pedonale. La zona, infatti, a ridosso del centro storico di Casoria, è estremamente affollata dalla presenza delle scuole.
L’incolumità dei bambini dovrebbe essere guardata con occhio di riguardo maggiore e probabilmente, se così fosse, il soprannominato “Triangolo delle Bermuda”come citato dal nostro compaesano, sarebbe scenario di minori infortuni automobilistici, che contrariamente lo rendono protagonista.
Il transito per i veicoli provenienti da Via Verre e diretti a Via Vittorio Emanuele è pressoché precario e rischioso.
Il senso unico di Via Vittorio Emanuele sarebbe probabilmente la scelta ottimale. Via G. Rocco potrebbe fungere da smistamento, quale senso obbligato per le auto provenienti da Via Tenente Formicola.
Secondo le valutazioni,ciò permetterebbe una fluidità maggiore, valutato che la strada, data la presenza delle auto in sosta sul lato destro verso Via Cesare Battisti, ha una larghezza non agevole al doppio senso.
Talvolta, infatti, si è costretti a dover arrestare la propria marcia per consentire il transitare delle auto che provengono dal senso opposto.
Buona fortuna, ma soprattutto buon lavoro a chi sceglierà di accogliere questa richiesta e portarla all’attenzione dell’amministrazione.
Articolo precedenteAfragola: I poliziotti arrestano spacciatore grazie all’applicazione “YOUPOL”
Articolo successivoCasoria: ennesimo furto in un supermercato.
Ho 25 anni. Ho conseguito la laurea in Giurisprudenza nel 2014 presso la Luiss. Ad oggi proseguo i miei studi con determinazione sperando di poter esercitare la professione notarile. Conoscere la realtà dei fatti, fare informazione e impegnarmi nel sociale sono le passioni che mi permettono di formarmi personalmente, prima che professionalmente. "Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza".