Home Casoria Vertenza ERP Comune di Casoria. I Sindacati scrivono al Prefetto: subito un...

Vertenza ERP Comune di Casoria. I Sindacati scrivono al Prefetto: subito un tavolo di confronto tra le parti

247
0

La vicenda è ormai balzata da tempo agli onori della cronaca. Ci sono 24 lavoratori che dal 31 dicembre dell’anno scorso sono rimasti senza lavoro, a seguito della scadenza del contratto che legava la società GI. ONE S.p.A. al Comune di Casoria. I 24 lavoratori da anni si occupavano delle attività di gestione amministrativa, tecnica e manutentive degli alloggi pubblici in capo al Comune. 24 unità storiche che dalla sera alla mattina sono rimaste senza occupazione. Da oltre un mese, stanno presidiando il Comune, insieme alla rappresentanza sindacale al fine di trovare una soluzione alla vertenza. Ora, la Segreteria FILCAMS -GCIL CAMPANIA, rompendo gli indugi e temendo di non poter più contenere la rabbia e la disperazione dei lavoratori e delle loro famiglie che in pratica hanno passato l’intero periodo natalizio presidiando il Comune, hanno indirizzato una nota al Prefetto di Napoli, al Sindaco ed all’Assessore al Patrimonio, chiedendo l’istituzione di un Tavolo di confronto tra le parti in Prefettura. Il Sindacato così scrive nella nota: “ Gli Amministratori comunali non riescono a trovare le idonee soluzioni tecniche/economiche per sbloccare la situazione, nonostante la Scrivente si sia fatta promotrice di soluzioni che garantirebbero la salvaguardia occupazionale e salariale di queste maestranze (oltre al proseguimento dei servizi ad oggi interrotti per la cittadinanza). Siamo fortemente preoccupati come O.S. di azioni incontrollate e di ordine pubblico dei lavoratori esasperati che ormai sostano da più di un mese al freddo notte e giorno
abbandonati e che non hanno il coraggio di ritornare a casa non prima di aver assicurato ai propri familiari un minimo di salario per portare avanti le proprie famiglie.
La POLITICA cittadina e l’AMMINISTRAZIONE COMUNALE devono seriamente e
veramente impegnarsi per risolvere questa drammatica vertenza, i tempi non possono essere
all’ infinito, le soluzioni ci sono e con impegno volontà e celerità vanno applicate. I Lavoratori non possono più aspettare!!
Bisogna TUTTI quanti insieme sforzarci per restituire la DIGNITA’ a questi 24 LAVORATORI!!
Per tali motivi la Scrivente Segreteria invita la Prefettura di Napoli ad istituire un immediato
tavolo di confronto con le Parti interessate per attuare le soluzioni e rassicurare le
maestranze”. Fin qui la nota del sindacato. C’è da aggiungere solo che fin dall’inizio l’opposizione di centro-destra in Consiglio comunale si è schierata a fianco dei lavoratori, chiedendo a più riprese al Sindaco ed all’Amministrazione di trovare una soluzione alla vertenza, finalizzata a dare una speranza ai lavoratori di poter continuare il proprio percorso lavorativo, ma soprattutto di non far mancare l’apporto che i lavoratori davano alla attività di controllo, gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare comunale. Anzi, in data 16 gennaio 2020 l’opposizione tutta ha protocollato una richiesta di seduta straordinaria di consiglio comunale piuttosto “urgente”stante la situazione di disagio e pericolo per gli abitanti degli alloggi ERP a causa del mancato rinnovo del contratto di manutenzione.  e per cercare idonee soluzioni alla vertenza dei 24 lavoratori. Ma, come sottolinea l’esponente del centro-destra, il Consigliere Rino Trojano, ad oggi nessuna risposta è arrivata. Né c’è stata la convocazione del consiglio comunale così come richiesta. Trojano sottolinea la vicinanza ai lavoratori, ma soprattutto la preoccupazione che in assenza del loro apporto possa depauperarsi il patrimonio comunale costituito dagli alloggi pubblici.