Home Musica VALENTINA DE ANGELIS, IL DEBUTTO “DAVANTI AL MARE”

VALENTINA DE ANGELIS, IL DEBUTTO “DAVANTI AL MARE”

366
0

Casoria è anche luogo di musica. Basta andare a ritroso nel tempo, tra fine ‘700 ed inizio ‘800, che la si ritrova protagonista assoluta nell’opera buffa “Le cantatrici villane” di Valentino Fioravanti su libretto di Giuseppe Palomba. Sicché – ne converrete -, il motivo per cui vantarsi di una buona tradizione musicale c’è ed è più che mai nerboruto. La tradizione, però, è il complesso delle memorie, di quel che fu, e perpetuarla diventa compito arduo quando non v’è l’interesse di chi potrebbe, dovrebbe. Ma la musica, arte intrinseca della vita, continuerà a germogliare anche nella terra meno feconda, perché la musica è una vocazione a cui è impossibile non poter rispondere quando chiama sovente. E’ il caso di Valentina De Angelis, trentatreenne, casoriana doc, cantante dall’ugola potente, per il suo passato soul, tinteggiata di sfumature disneyane per inclinazione melodica.
Noi de “ilgiornaledicasoria” abbiamo incontrato Valentina che, il primo di marzo, ha debuttato con il suo primo singolo “Davanti al mare”. Testo di Eddy Mattei (vecchia penna di alcuni testi di Zucchero) e di Davide Cruccas. Il brano è disponibile su ‘Youtube’, ‘Spotify’, ‘Itunes’, ed ‘Amazon Prime’.
Prima di render pubblica la propria “creatura”, non sono mancate altre soddisfazioni, oltre ad indispensabili fatiche ed anni ed anni di studio.

<<La musica mi accompagna da 15 anni >> dice, poi aggiunge <<Dal 2012 al 2018 ho avuto il privilegio di far parte del coro giovanile del teatro ‘San Carlo’ di Napoli, con più di quattrocento concerti – anche nazionali – all’attivo. Nel 2017, con il progetto “Napoli City Square”, ho avuto pure l’occasione di cantare la notte di capodanno nella bellissima ‘Piazza del Plebiscito’. E’ stata un’emozione forte>>.
Sempre lo stesso anno, il 2017, accede alla ‘Cilea Academy’ del teatro Cilea, <<grazie alla quale ho potuto cimentarmi anche nella recitazione. E’ un’accademia che mi ha permesso di apprendere al meglio i “segreti” del mestiere, oltre che conoscere ancor più in profondità me stessa. Il tutto grazie ad un parterre di insegnanti di ottimo livello, tra cui Lello Arena, Maria Bolignano, Enzo Avitabile. Solo per citarne alcuni. L’ottobre scorso mi sono finalmente diplomata!, presentando – insieme ad altri ragazzi e ragazze dell’accademia – uno spettacolo, tra recital e musical condito da una grossa dose di comicità, che abbiamo chiamato “Candy Candy Show – Noi restiamo qui”.>>.
Non mancano le apparizioni televisive, <<nel 2020, un anno prima dal conseguimento del diploma, sono arrivata tra i finalisti di “Casa Sanremo” della Rai. Oltre ad aver partecipato ad altri noti talent musicali. Eppoi, proprio un paio di settimane fa, sono stata ospite del programma “The Entertainers” della televisione maltese.>>
Ad un curriculum niente male ecco aggiungersi quel che potremmo definire la ciliegina sulla torta: “Davanti al mare”.<<E’ una canzone che piace perché ci si rispecchia, inevitabilmente. Dopo tutto quello che è successo, dopo due anni di pandemia, ed adesso pure con la questione Ucraina, è come vivere in una bolla di tristezza. Beh, per molti, tanti di noi la soluzione è stata, è il mare. E’ lì che ritroviamo la serenità. C’è una parte della canzone che fa così “poi davanti al mare torno a respirare”, come darle torto?, davanti ad una meraviglia del genere è naturale immergersi in un senso di pace. Il mare è continua rinascita. Personalmente cerco il mare soprattutto nei momenti più difficili. E’ il rifugio dove trovo me stessa.>>.
Il rifugio, suo, è anche la musica. Meglio se melodica.<<E’ il genere che più mi appartiene. Con la musica melodica riesco ad esprimermi al meglio, e non la metto sul piano tecnico bensì sul piano umano. Ad esprimersi meglio è la mia anima.>>.
 “Davanti al mare” è quindi un’opportunità per far conoscere la sua anima.<<Un’opportunità che ho colto prontamente, è stato Eddy Mattei ad avermela data. Non finirò mai di ringraziarlo. Il brano è stato composto da lui e da Davide Cruccas. Mi inorgoglisce avere a che fare con lo stesso autore che ha scritto anche per Zucchero. Tant’è che, nel periodo in cui ero impegnata in sala di registrazione, ho incontrato Irene (Fornaciari, figlia di Zucchero, ndr), una bravissima cantante e – devo dire – una persona squisita.>>
Poscia, ci svela <<peccato non essere riuscita ad incontrare il padre (Zucchero, ndr) che – guarda a volte il caso! – è da sempre il mio punto di riferimento artistico. “E’ dedicato”, sua canzone, è la mia preferita tra tutte. Indubbiamente rappresenta la mia fonte d’ispirazione, così come Elisa. Ma anche Renato Zero è straordinario. Aretha Franklin eccezionale. Poi, vabbè, ammetto di ascoltare tutto e di tutto, da grande appassionata di musica.>>
Ed infine, tra qualche sogno nel cassetto e un messaggio dettato dal cuore, si conclude così la chiacchierata con Valentina:<<E’ facile dedurre che uno dei miei più grandi sogni sia di duettare con Zucchero e con Elisa. Chissà, magari, un giorno… mai dire mai. Ed io sono una da “mai dire mai”, in effetti, sì perché se i sogni esistono sono fatti per essere realizzati. Bisogna crederci, sempre, nella vita. Non lasciarsi mai trascinare dalle onde avverse della vita, anzi, domarle. Con forza, con coraggio, con determinazione, gli obiettivi possono essere raggiunti. La musica è la colonna portante di tutti noi. E spero che essa possa arrivare a tutte le persone come messaggio di pace, anche a chi proprio non vuole ascoltarla, la pace.>>
Ringraziamo Valentina De Angelis per la sua gentilezza e cordialità e le auguriamo che il meglio debba ancora venire.

Articolo precedenteArte, “La Donna” esposizione in Sala Consiliare
Articolo successivoUcraina, le iniziative dell’Amministrazione