Home Editoriale Una nuova veste grafica che anticipa la ripartenza del Paese

Una nuova veste grafica che anticipa la ripartenza del Paese

228
0

Un Italia che fa i conti con ciclici vizi e antiche passioni, con un virus che non fa più paura ma sta ancora fuori la nostra porta. 
L’Inter vince il campionato di calcio dopo dieci anni, interrompendo il dominio della Juventus, e circa 30mila persone si sono riversate in piazza Duomo a Milano senza minimamente pensare alle regole – tutt’ora in essere – del distanziamento sociale. Con buona pace dei virologi ma contro le passioni popolari poco si può arginare. 
La politica si arrovella sull’ennesimo caso di censura in Rai, il ciclico vizio del controllo della televisione pubblica che una longa mano oscura – trasversale ai partiti – vuole nazional popolare. Oggi a farne di conto è Fedez ma in passato ne sono stati vittime personaggi ben più illustri che per uscire dalla gogna si son dovuti dare…alla politica. 
Intanto il virus è fuori la porta. I dati sui contagi non peggiorano e questo dimostra che sia pur lentamente ci stiamo incamminando verso la fine della pandemia. La stessa campagna vaccinale procede, più lentamente di quello che vogliono farci credere ma procede e almeno nella nostra zona dovrebbe presto avere una accelerazione grazie all’apertura del tanto atteso hub vaccinale presso l’AtiTech di Capodichino. 
In questo clima il nostro giornale si rinnova nella sua veste grafica e tecnologica. La prossima ripartenza dopo la pandemia di coronavirus attende tutti a nuove sfide anche nel settore della comunicazione e noi, anticipando la ripartenza del nostro Paese, abbiamo voluto farci trovare pronti. Sarà dunque possibile fruire dei contenuti pubblicati sul Giornale di Casoria in modo più pratico e veloce, specie nella versione mobile divenuta fonte di contatto con l’80 % circa dei nostri lettori. 
Quella che non cambierà sarà la linea editoriale di una informazione equilibrata e equidistante, tesa a fornire ai nostri lettori informazioni prive di condizionamenti e il più possibile chiare e tempestive. Un punto di forza che da sempre contraddistingue la nostra testata giornalistica che è reso possibile dall’indipendenza del nostro editore ma soprattutto dall’impegno costante ed ammirevole dei nostri collaboratori. 
Una redazione composta da persone valorose, professionalmente di livello, e da giovani che saranno sicuri protagonisti dell’informazione di domani. Donne e uomini con i quali siamo impegnati nello sforzo di costruire una società migliore per tutti i cittadini. 
Con questo impegno che presentiamo a voi lettori la nuova veste del portale che speriamo sia premiata con i vostri contatti e i vostri like.  

Articolo precedentePasso falso del Napoli, il pari contro il Cagliari mette a rischio la Champions
Articolo successivoProposta di legge per evitare i rischi dell’iperconnessione
Paolo Borzillo
Ha iniziato l'attività giornalistica come cronista nel 1994, ancor prima di conseguire la Laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II (2003). Formatosi presso il settimanale della Curia Arcivescovile di Napoli "Nuova Stagione" e presso un periodico locale "Casoria Due" distribuito nella provincia a nord del capoluogo, ha svolto numerose collaborazioni quotidiani di rilievo regionale, in qualità di corrispondente dal comprensorio dei comuni a nord di Napoli. Tra le testate dove ha pubblicato propri servizi ed articoli: Il Roma, Il Giornale di Napoli, La Città, Metropolis e presso il quotidiano on-line Napoli.com. A partire dal 1999, all'attività di free lance, ha associato il lavoro presso Uffici Stampa di Enti Pubblici, tra cui la Provincia di Napoli, il Comune di Casoria, il Comune di Qualiano e l'Agenzia "Città del Fare". Nel settore della carta stampata è stato Caporedattore della rivista specializzata nel mondo della disabilità “Noi, gli altri, edita dall'A.I.A.S. (2004); è stato fondatore e direttore del settimanale "L'Urlo" edito nell'area giuglianese (2006) nonché fondatore e direttore del settimanale free press "Laltrolato" pubblicato nell'area nord di Napoli (2008). Nel settore radio-televisivo è stato redattore del radiogiornale di "Radio Ombra Sound" (1998) e collaboratore di trasmissioni di intrattenimento politico presso la televisione locale Tele Club Italia (2007). È stato direttore del Tg dell'emittente web UnicaChannel .