Tutto faceva presagire ad una bella serata per il Napoli. La bellissima prova dell’andata, il gemellaggio tra le due tifoserie, capaci di posare prima sotto il murales di Maradona e poi di recarsi insieme allo stadio ed infine la buona notizia arrivata da Belgrado, dove il Liverpool cadeva sotto i colpi della Stella Rossa. Mancava la vittoria contro i campioni di Francia e sarebbe stata una giornata da ricordare, invece il gol di Bernat allo scadere del primo tempo, ha gelato il San Paolo e la squadra, capace comunque di rimettere in pari la sfida.

Ancelotti aveva mandato in campo Ospina tra i pali, Maksimovic, Albiol, Koulibaly e Mario Rui in difesa, Callejon, Allan, Hamsik e Fabian Ruiz a centrocampo e la coppia Insigne-Mertens in attacco. Il Napoli inizia subito all’attacco, mettendola come al solito sul piano del gioco e della corsa, alla ricerca delle corsie esterne in una San Paolo strapieno. La qualità dei parigini, non si mette in dubbio e la partita risulta piacevole e senza momenti di stallo. Il gol di Bernat rompe gli equilibri allo scadere del primo tempo, ma la ripresa inizia con il Napoli che vuole a tutti i costi il pareggio, che viene sfiorato un paio di volte, prima del rigore messo a segno da Insigne, rigore concesso per un fallo del portierone italiano su Callejon. Zielinski per Ruiz, Hysaj per Maksimovic e Ounas per Mertens (infortunato), non cambiano le sorti della gara che termina 1-1. Ora il Napoli ha 6 punti in classifica e divide il primo posto con il Liverpool, il PSG è a un punto di distanza. La prossima giornata sarà quasi decisiva, il Napoli dovrà battere la Stella Rossa e sperare nel risultato più utile tra PSG e Liverpool. Il destino è nelle mani dei partenopei, l’imperativo è vincere.

Condividi su
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •