Sant’Antimo. È stata una bellissima festa di fine anno quella ha visto protagonisti gli alunni della scuola primaria dell’Istituto comprensivo Pietro Cammisa – Nicola Romeo.

“Ma tu vuliv a pizz”, così avremmo potuto chiamare l’evento, visto che per più di due ore i piccoli scolaretti si sono improvvisati pizzaioli.

Non poteva esserci  conclusione più simpatica e coinvolgente per un progetto che ha preso forma nel secondo quadrimestre scolastico, durante il quale i pizzaioli dell’associazione “Verace pizza napoletana” hanno tenuto un corso su come fare la pizza proprio nella scuola primaria Pietro Cammisa.

Oltre agli alunni il principe della” festa della pizza” è stato Vincenzo Medaglia, supervisore dell’associazione, nonchè noto pizzaiolo italiano, o meglio santantimese( il papà era il proprietario del vecchio “Grottino), che ormai ha messo le ali. È conosciuto in tutta l’America latina, e anche altrove, non solo per le sue eccelse qualità di chef  ma soprattutto per l’animo caritatevole che si emerge in tutti i progetti che fa divenire realtà. Insieme al papà, il re dei forni “Medaglia”, sta provando a diffondere in tutto il mondo la cultura della “pizza napoletana” e tra i “lavori in corso” vi è proprio l’idea di far nascere una scuola di cucina a Sant’Antimo.

L’evento è stato offerto dall’associazione “Verace pizza napoletana” con la collaborazione dei forni “Medaglia” e del caseificio “Euroiovine”.

Insomma grandi e piccoli pizzaioli hanno sfornato più di cento pizze e le hanno offerte ai presenti alla festa.

Bambini che impastavano e maestre che tagliavano le pizze, sulle note allegre di musiche partenopee, hanno dato vita ad un momento di ritrovo ove la scuola sembrava una delle stradine più caratteristiche di Napoli. L’allegria ha regnato sovrana!

Condividi su
  • 104
  •  
  •  
  •  
  •