Il 10 marzo prossimo il Tar Campania discuterà il primo dei ricorsi annunciati dall’opposizione contro le sedute del Consiglio comunale in streeaming, in particolare quella del 30 dicembre in cui fu approvato il bilancio consolidato. Intanto continua a tenere banco, sulla scena politica, il dibattito sull’esternalizzazione del servizio tributi.
In una recente intervista Giuseppe Barra, il presidente della Commissione Bilancio e l’assessore allo stesso ramo Francesco Girardi fanno il punto sulla situazione economico – finanziario dell’ente comunale. Per Barra la privatizzazione dei tributi garantisce servizi aggiuntivi e pagamenti più bassi delle tasse. “Adeguarsi alle norme statali comporta meno finanziamenti statali ma necessita di una maggiore autosufficienza economica del Comune per reperire fondi” – ha affermato Barra. Tutto ciò ha portato a un dissesto a livello finanziario che, in realtà, è iniziato nel 2012 con le gestioni precedenti.
“L’ obiettivo é il risanamento economico- finanziario anche attraverso il reperimento di fondi regionali e dell’ Unione Europea” – ha aggiunto Giuseppe Barra.
Secondo Francesco Girardi, invece, la privatizzazione dei tributi è stata una scelta obbligata per la carente capacità del comune nella riscossione e per lo scarso numero del personale. “Nulla cambia per chi ha sempre pagato regolarmente i tributi, non ci sarà alcun aumento della tassazione comunale” – ha assicurato Girardi. Purtroppo, ci sarà sempre difficoltà ad erogare tutti i servizi fino alla fine dell’anno in corso e sarà data la priorità alla sicurezza e alla viabilità” – ha dichiarato l’assessore.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •