Lunedì 6 Novembre 2017 ripartiva il trasporto pubblico urbano. Importanti le migliorie apportate a servizio. I bus saranno dotati di impianto a metano e muniti di pedana dedicata ai diversamente abili, i quali saranno esonerati dal pagamento del ticket viaggio, usufruendo gratuitamente del servizio. Novità anche per i collegamenti. Una linea dedicata si occuperà di congiungere la città di Casoria alla nuova stazione di Alta Velocità Napoli – Afragola. Ad agevolare i cittadini, ci sarà anche la nuova AppBus, con la quale tutti i fruitori del servizio potranno conoscere in tempo reale l’attesa dei mezzi alla fermata.

Questo il comunicato che ancora si legge sul sito istituzionale del Comune di Casoria. Nella realtà però il servizio da qualche mese risulta sospeso.

Proviamo a comprendere il motivo per il quale molti cittadini Casoriani si ritrovano oggi orfani di un servizio di trasporto interno comunale divenuto ormai consuetudine ( inaugurato la prima volta nel settembre 2015), facendo un percorso a ritroso che parte da alcuni post apparsi sul profilo facebook del consigliere Esposito Orsino il quale dopo aver annunciato una “falsa partenza” a fine ottobre; Lunedì 21 ottobre 2019 riprenderà il servizio di trasporto pubblico per i cittadini casoriani”, esterna la sua amarezza successivamente affermando che Questo é un servizio indispensabile per la nostra Comunità Casoriana …. va ripristinato quanto prima “  ed incalza ” mi aspettavo un minimo di solidarietà ed una presa di posizione pubblica dai consiglieri comunali Marco Colurcio; Luisa Marro; Massimo Mileto; dall’assessore Raffaele Petrone…. che nelle passate amministrazioni si sono impegnati insieme a me prima per istituire il servizio ( Amm.ne Carfora) ed in un secondo momento impegnandosi per il prosieguo del servizio ( Amm.ne Fuccio).

“Dispiace leggere appelli che nulla hanno a che fare con il voler raggiungere un obiettivo utile alla città. L’assessore Petrone all’atto del proprio insediamento ha dovuto prendere atto della carenza di alcuni documenti, e provvedere suo malgrado alla sospensione del servizio fino a quando tali “difetti” non vengono sanati. L’impegno delle persone citate è costante e coerente ma non può e non deve prevaricare MAI la legittimità degli atti” ribatte il consigliere Colurcio.

“c’è stato il massimo impegno da parte mia e dell’amministrazione, purtroppo ci sono dei problemi di natura amministrativa che vanno regolarizzati e per il momento non sono ancora in regola” sottolinea il consigliere Mileto.

Presente e solidale quando si tratta di portare avanti servizi utili per la città questo servizio nacque con l’amminastrazione Carfora con la sottoscritta in qualità di assessore alla polizia municipale e trasporti e di sicuro continuerà, attesa però la verifica della legittimità e legalità di alcuni documenti” è la perentoria risposta della consigliera Luisa Marro.

Per fare chiarezza quindi contattiamo la Paone travel attuale società aggiudicataria del servizio “al momento il servizio è sospeso, verrà ripristinato presto, siamo in attesa di una pec di conferma da parte del comandante della polizia locale, l’appalto scade a novembre 2020. Ci contestano problemi burocratici, che riteniamo però di aver risolto, attendiamo quindi conferma a giorni”

Raccogliamo per completezza d’informazione la dichiarazione dell’attuale assessore alla polizia municipale e trasporti Raffaele Petrone: “ho sempre avvertito la necessità e apprezzata l’utilità di un trasporto urbano comunale, come detto, infatti insieme ad altri colleghi ed all’allora assessore al ramo Marro, abbiamo studiato e messo in atto per la prima volta questo servizio nel 2015, una conquista per il comune di Casoria. Tale premessa da sola vale a rendere chiara la mia posizione, ma qualora occorresse ribadisco che sono fermamente convinto che il servizio di trasporto urbano vada assolutamente riavviato, ma è altrettanto necessario che ciò accada secondo i dettami della legge.” e continua ” al momento del mio insediamento mi è stata sottoposta la revisione della documentazione inerente l’affidamento e la conduzione di tale servizio e di concerto col Comandante, mi sono accorto della carenza o mancata presentazione di alcuni documenti imprescindibili alla corretta tenuta del servizio stesso, non appena mi verrà comunicato il perfezionamento di tatta la documentazione saremo ben lieti di riconsegnare alla città un servizio utile, legittimo e necessario al quale sono emotivamente oltre che politicamente legato”

Arrivare a capo di questa apparentemente complessa situazione burocratica è l’obiettivo di molti, a quanto pare, ma concretizzare le aspettative di tanti, dei cittadini in primis, resta il traguardo da raggiungere.

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •