Home Sport Tonfo Trilem; Ottimo punto per la Frattese col Marcianise. Aversa: troppa roba...

Tonfo Trilem; Ottimo punto per la Frattese col Marcianise. Aversa: troppa roba il Benevento.

130
0

aversa-beneventoLa settimana giornata del campionato di calcio A5 serie C1, prevedeva per la Trilem Casavatore la trasferta irpina contro il Real Cesinali Five Soccer che aveva un punto in più in classifica. La squadra di Casavatore conosceva la sua terza sconfitta in campionato perdendo con un netto 9-4 contro gli irpini, ad alleggerire la sconfitta, ci avevano pensato i soliti Spezzalegna e Pezzella per aggiungersi poi Varriale e Campilongo. La Trilem, quindi, scivolava all’ottavo posto restando a 10 punti; a -11 dalla capolista Feldi Eboli che vinceva per 4-1 contro il Club Futsal Parete.  L’ottava giornata della serie D nel girone I la Nerostellati Frattese ospitava al “Pasquale Ianniello”  il Marcianise che in classifica aveva 3 punti in più, un primo tempo dominato dai nerostellati che subivano lo 0-1 firmato da Ladaresta nei minuti finali nell’unico tiro in porta del Marcianise. La ripresa iniziava come era finita la prima frazione, con la Frattese costantemente nei pressi dell’area casertana per cercare il meritato pari ma la poca precisione e una buona dose di sfortuna, la squadra di Grimaldi non riusciva a trovare l’1-1 che sarebbe stato il risultato più giusto per quanto si era visto in campo. Il forcing della Frattese veniva premiato al 72′ con Celiento che firmava il meritato 1-1 rimettendo in piedi una partita che si faceva sempre più complicata.  Partita che finiva 1-1, un pari che stava stretto alla Frattese per le occasioni mancate e sprecate accompagnata da tanta sfortuna portando i nerostellati a 11 punti insieme al Tiger Brolo e raddoppiato dal Torrecuso che vincendo in rimonta contro la Nuova Gioiese era sempre in testa in classifica a 22 punti. In Lega Pro nel girone C l’Aversa Normanna ospitava alla “Augusta Bisceglia” i primi della classe ovvero il Benevento che erano a quota 19 punti in classifica; una partita di alto profilo quindi per i granata per cercare la prima disperata vittoria (col nuovo allenatore Marra subentrato all’esonerato Novelli e il nuovo ds Costagliola) e per lasciare via quell’ultimo triste posto che evidenziava gli spettri della serie D. Le differenze tecniche e morali tra le due squadre si notavano subito dove gli ospiti subito comandavano la partita e al 26′ sugli sviluppi di una punizione realizzavano lo 0-1 con Doninelli. L’Aversa, completamente stordita dallo svantaggio, accusava il colpo e al 33′ subiva anche il raddoppio con Campagnacci. Il resto del tempo Il Benevento gestiva agevolmente, così come nella ripresa confermando l’enorme discrepanza che c’erano tra le due squadre. I sanniti quindi si portavano da soli in testa a quota 22 punti approfittando dello scivolone della Salernitana all’Arechi contro il Lecce. I granata quindi restavano mestamente da soli all’ultimo posto con i suoi miseri 4 punti; il cambio del capitano della barca al timone non aveva dato i frutti sperati visto che l’Aversa aveva naufragato anche stavolta.

Articolo precedenteA’ livella un capolavoro che non tramonta mai.
Articolo successivo“L’invisibile Pompei”: mostra tattile nel cuore di Sorrento
vive a Casoria, 22 anni, laureando in scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione nella facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha sempre amato scrivere per quanto concerne il calcio, scrivendo già per un giornale online e per “il giornale di Casoria” da novembre 2013 a marzo 2014. Il calcio è una passione che coltiva sin da piccolo.