Home Cronaca & Attualità Tombini e cavi elettrici a ruba a Casoria, messa in sicurezza via...

Tombini e cavi elettrici a ruba a Casoria, messa in sicurezza via Duca D’Aosta 

207
0
Intervento sui chiusini in via duca D’Aosta, circa 4, da sostituire messi in sicurezza e coperti momentaneamente con assi di legno. Ci avevano segnalato il pericolo che purtroppo riguarda una razzia che non conosce sosta e che negli ultimi tempi sembra essere tornata di moda.
Rubano di tutto ormai e in questo momento di crisi, vanno per la maggiore tombini e tubi elettrici.  Chi rischiava grosso erano i pedoni e,nel caso delle caditoie, motociclisti e automobilisti.
Stando infatti alle quotazioni attuali la ghisa si attesta più o meno a 200 euro alla tonnellata e quindi a circa 20 centesimi al chilo.
Sul mercato nero dei rottamatori, il prezzo è inferiore, per fare la “giornata” i  ne dovrebbero rubare almeno dieci, per un guadagno di rivendita che si aggira intorno ai 10 euro per singolo tombino.
Rubare un chiusino significa lasciare una voragine e, quindi, provocare una situazione di pericolo.
Una volta trafugata la parte superiore, per prassi va sostituita anche l’intelaiatura metallica: una operazione che, in alcuni casi, arriva a costare un paio di centinaia di euro.
Il risultato è che oltre ai problemi alla sicurezza dei cittadini vi sono danni per gli enti pubblici, tutto denaro che a lungo termine devono tirare fuori i contribuenti. Fregati due volte: per la sicurezza stradale e per il portafogli.
La normativa europea di riferimento la UNI EN 124 oltre a distinguere i dispositivi in 6 classi (A15, B125, C250, D400, E600, F900) ognuno con specifiche caratteristiche di carico a secondo delle Zone di impiego, stabilisce i materiali da utilizzare per la fabbricazione che prevedrebbe ghisa, acciaio e calcestruzzo armato, mentre l’utilizzo di altri materiali è possibile a condizione che vengano soddisfatti tutti i requisiti della normativa.
Al riguardo ci sono realtà aziendali italiane che hanno individuato e prodotto soluzioni in materiale composito, utilizzando la combinazione di Resina e Fibra di vetro.
Alcuni comuni si sono attivati alla sperimentazione con la messa in opera della nuova soluzione che si auspica possa mettere la parola fine allo scempio.
In attesa che anche il nostro Comune provveda alla risoluzione del problema, è necessario che tutti i cittadini segnalino tempestivamente alle autorità di Polizia la presenza di tombini con assenza di chiusini che non risultano recintati e messi in sicurezza.
Articolo precedenteLa favola di Cecchinato
Articolo successivoCasoria: Concorso Lego 2018
Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali (cit.). Fondiamo le prime con l'educazione ed il senso civico , mentre le ali, la speranza di un futuro migliore, si conferiscono con il buon esempio di chi in prima persona si batte per ciò in cui crede. partendo da studi classici ritengo che la scrittura sia un ottimo strumento per farlo.