Home Sport Terza sconfitta consecutiva per l’Arzanese. E’ già crisi.

Terza sconfitta consecutiva per l’Arzanese. E’ già crisi.

65
0

arzanese (1)Nello stadio neutro di Capriati al Volturno, il San Severo festeggia la prima vittoria stagionale e infligge la terza sconfitta consecutiva all’Arzanese che nelle ultime quattro gare di campionato ha raccolto un solo punto. E’ Ferrante a decidere il match dopo un’azione solitaria conclusa con un sinistro che il portiere campano Vigliotti non può prendere. Nonostante il risultato finale, i biancocelesti non hanno demeritato, sciorinando un buon gioco a centrocampo e creando continuamente pericoli per la formazione pugliese. Alla fine della gara, nonostante la presenza di ben quattro attaccanti in campo l’Arzanese non riuscirà a trovare la via del gol, complice la giornata di grazia dell’estremo difensore della squadra pugliese Carotenuto che permette al San Severo di gioire in un momento complicato sia per la squadra sia per la società. Allo stesso tempo la sua eccellente prestazione mette in crisi un Arzanese che mette in campo un buon gioco, grinta e personalità ma che non riesce a trovare la via della vittoria. Intanto tra i tifosi campani cresce il malcontento e sul banco degli imputati ci va il tecnico, Rosario Campana. Quest’ultimo giudicato dalla tifoseria incompetente e incapace di guidare una squadra che lo scorso anno militava nella seconda divisione di Lega Pro.

SAN SEVERO – ARZANESE    1 – 0
San Severo (4-3-3): Carotenuto; Cicerelli, D’Arienzo, Galullo, Mustone; Florio (24’ st Campanella), Cammarota, Mastrangelo; Ferrante (41’ st Colucci), Carminati (33’ st Mallardo), Lombardi.
Panchina: Simone, Pepe, De Bellis, Carusillo, De Leo, De Rita. All.: De Felice.
Arzanese (4-2-3-1): Vigliotti; Pellini, Baratto, Polverino, Savarise; Giacinti, Tarascio (1’ st Cavaliere); Carginale (1’ st Figliolia), Barone (23’ st Cavezza), Elefante; Longobardi.
Panchina: Sollo, Giordano, Russo, Castaldo, Esposito, Di Matteo. All.: Campana.
Arbitro: Pashuku di Albano Laziale.
Marcatore: 22’ pt Ferrante.

Note: gara disputata su campo neutro di Capriati al Volturno e a porte chiuse. Ammoniti Cicerelli, Carotenuto, Cavaliere, Florio, Giacinti, Campanella. Recupero 1’ e 4’.

Articolo precedenteCinema. Il “Napoli Film Festival” celebra i talenti del presente alla luce dei grandi del passato.
Articolo successivoNapoli. Conclusa la Fashion Week. Il Made in Campania celebra la femminilità con “stile”.
Vive a Casoria, laureato in culture digitali e della comunicazione. Gli studi in comunicazione lo avvicinano al giornalismo e da aprile del 2013 collabora per “Il Giornale di Casoria”. Amante della lettura, in particolar modo tutto quello che riguarda Stephen King. Appassionato di calcio e F1, negli ultimi anni si è avvicinato al mondo del pugilato.