«E’ con amara sorpresa che ho letto le dichiarazioni, riportate dalle agenzie, della consigliera regionale del M5S, Maria Muscarà, a margine della mia audizione davanti alla III Commissione regionale istituita su Terra dei Fuochi», dice il presidente dell’Anci Campania e sindaco di Afragola, Domenico Tuccillo.

«Nel corso di essa, in qualità di presidente dell’Anci Campania, mi è stato chiesto cosa sia stato fatto per sollecitare i Comuni del perimetro di Terra dei fuochi a dotarsi di un registro aggiornato sulle aree interessate dall’abbandono rifiuti o dal fenomeno dei roghi.
Ho ricordato, in particolare alla consigliera Muscarà, che è anche segretaria della Commissione, che il 2 agosto 2017, avevo inoltrato un invito pressante ai Comuni a procedere in tempi rapidi alla istituzione del registro. Successivamente all’audizione ho, peraltro, trasmesso una nuova lettera ai Comuni inadempienti. Ma, come ben dovrebbero sapere i componenti della Commissione, è la Regione Campania ad esercitare l’attività di controllo sui Comuni e di diffida nei confronti degli enti locali inadempienti. A tal riguardo la consigliera Muscarà dovrebbe farci sapere se e quando questo controllo sia avvenuto e quali sono stati i suoi esiti reali, perché se negligenze ci sono state queste afferiscono alla Regione e non certo ad Anci Campania».

«Per quanto riguarda il Comune di Afragola, stupisce che la Muscarà si lasci andare alla facile strumentalizzazione affermando che «neppure la città di Afragola, di cui Tuccillo è sindaco, si sia ancora dotata di uno strumento fondamentale per il contrasto allo sversamento abusivo e ai roghi di rifiuti pericolosi».
Non è affatto così, è un’accusa gratuita e infondata.
Dal 2014 il Comune di Afragola ha provveduto a istituire il registro, aggiornandolo con cadenza semestrale come prescrive la legge regionale 20/2013, e comunicandolo al Portale istituito in Prefettura di Napoli presso «Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti». Mai ci è arrivata, in questi anni, da parte della Regione una analoga richiesta di informazione, alla quale avremmo prontamente ottemperato.
Mi aspetto, quindi, che da parte della segretaria Muscarà una modifica delle dichiarazioni, aderente alla verità dei fatti”.

Condividi su
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •