fracci-4Come più volte annunciato nelle scorse settimane, e preceduta dai festeggiamenti tenuti all’Università Suor Orsola Benincasa, l’eterna etoile Carla Fracci, la divina ballerina che ha  calcato i palchi più importanti del mondo portando in alto il nome della danza classica Italiana, ha festeggiato i suoi 80 anni ieri al  teatro San Carlo. Tutto organizzato nei minimi dettagli, in un teatro gremito, che non ha lasciato una poltrona, un palco libero. Una festa in punta di piedi, durata tre ore, su una coreografia disegnata apposta per lei da Giuseppe Picone sulle musiche di Bach, Debussy e Kurtág. In scena è andato il corpo di ballo del teatro San Carlo con la Fracci al centro della serata. La regia affidata a Beppe Menegatti. La meravigliosa coreografia “Domani futuri di giovinezza” ha suscitato un’autentica ovazione all’inizio e una standing ovation alla fine dell’esibizione. Le dichiarazioni della Fracci, a Repubblica, sul calore di Napoli, danno il giusto senso alla scelta a discapito della Scala di Milano :”Io ho bisogno di calore, di stima, di verità per stare bene. E Napoli è un po’ come casa mia. È una città meravigliosa, con un’anima, una semplicità e una generosità che ho sempre saputo apprezzare. E non sa cosa mi capita per strada, da giorni: mi fermano, un selfie, una firma, mi chiedono “Come sta?”. E la loro riconoscenza, per quello che pensano io abbia dato lavorando qui, si sposa con la mia gratitudine per un’accoglienza piena di rispetto e simpatia”. Invitati anche Tyler Peck e Robert Fairchild, splendidi interpreti delle coreografie “Stars and stripes” e “Mercurial manoeuvres”. Anche il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, ha incontrato l’etoile per donarle un cameo di corallo e una targa commemorativa dell’evento. Molte le scuole di danza di Napoli e di tutta la provincia, presenti all’evento che hanno potuto partecipare alla festa della Danza di cui la Fracci è stata la più grande interprete Italiana

Condividi su
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •