Home Cronaca & Attualità Sosta a pagamento: Meetup “Amici di Beppe Grillo di Casoria” chiede l’abolizione...

Sosta a pagamento: Meetup “Amici di Beppe Grillo di Casoria” chiede l’abolizione del regolamento e l’introduzione del “Disco Orario”. In alternativa, si fa promotore di agevolazioni per i residenti

146
0

In data 4 maggio 2018 sono stati uditi in Commissione Affari Generali ed Organizzazione un gruppo di cittadini del Meetup “Amici di Beppe Grillo di Casoria”, per discutere in merito al provvedimento sperimentale della sosta a pagamento del Comune di Casoria, per il quale, non é riuscito ad ottenere il numero necessario di firme degli aventi diritto di voto al fine di discutere della revoca del regolamento medesimo (delibera n°12 del 12/04/2017).

Ciò costituiva oggetto della petizione popolare, e, contestualmente, la sostituzione del sistema di sosta mediante “Disco Orario” nelle zone sensibili fino ad un massimo di un’ora per non costringere i cittadini a dover sostenere un costo per un diritto di cui già sono titolari.

Durante la discussione sono state poste all’attenzione della Commissione le criticità del regolamento sperimentale della durata di sei mesi, a decorrere dal 30/10/2017 , che, necessita di revisione a valle dell’adozione di un piano urbano del traffico previsto dal Nuovo Codice della Strada.

In alternativa a tali proposte, laddove l’amministrazione comunale non le dovesse ritenere valide, dal momento che il regolamento si appresta a divenire definitivo, il Meetup ha presentato una bozza di regolamento che disciplina la sosta a pagamento a titolo oneroso riservata ai residenti ed alle attività produttive con sede in Casoria inserita agli atti della seduta.

Si è ritenuto doveroso attivarsi, in tal senso, a tutela dei residenti, coloro i quali, risultano maggiormente penalizzati dal provvedimento.

Tali residenti devono essere in possesso di determinati requisiti: persone fisiche titolari di prima casa con residenza anagrafica nel Comune di Casoria che non siano in possesso di garage, autorimesse ed/od aree private (ovvero in proprietà, locazione o altre modalità) utilizzabili quale parcheggio privato; titolari, dipendenti o clienti di attività produttive con sede in Casoria; siano in possesso di regolare polizza di assicurazione, carta di circolazione e patente di guida valida di categoria “B” o superiore (con esclusione della patente di guida cat. A).

Qualora il numero delle domande pervenute rispondenti ai requisiti richiesti superino la percentuale di stalli disponibili, si dovrebbe procedere all’assegnazione dei contrassegni sulla base di una graduatoria costruita avvalendosi di un criterio che conferisca priorità ad alcuni soggetti quali, ad esempio, residenti rispetto alle attività produttive, residenti con almeno 70 anni di età.

Ai fini del rilascio dell’autorizzazione, rilevano, come emerso durante il dibattito, altri requisiti: certificato ISEE complessivo basso su proposta dei cittadini del Meetup e ultima fattura Tari su proposta dell’amministrazione comunale.

​Suddetta bozza é stata inserita agli atti della seduta e resta al vaglio dell’amministrazione comunale.

Articolo precedente“Ricominciamo…insieme per TE”, un intero spettacolo dedicato al regista e attore casoriano Andrea Di Costanzo
Articolo successivoDegrado e Indecenza. Un’ inquietante storia di cronaca urbana
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli