dimenticareIn questo periodo in cui sembra essere esplosa l’estate, seppure con qualche retromarcia metereologica, ci sono ancora molti giovani studenti impelagati tra i libri, vuoi per il tanto temuto esame di maturità, vuoi per la sessione estiva all’università. Ebbene, questo articolo è sentitamente dedicato a tutti gli studenti e le studentesse che seguono il nostro giornale. Ecco per voi alcune valide soluzioni per incrementare utilmente la vostra memoria e la vostra concentrazione per affrontare più serenamente e, si spera, con meno ansie la vostra preparazione di studio. L’aiuto arriva, forse per qualcuno inaspettatamente, da Madre Natura. Prima di procedere con il benefico elenco, ricordiamo quali sono le cattive abitudini da evitare, meglio ancora se abbandonate definitivamente, che potrebbero remarci contro durante questo esigente lavorio. Iniziamo col dire che è assolutamente vietato saltare la prima colazione; anche se al risveglio si ha la sensazione di avere lo stomaco letteralmente tappato occorre fare un piccolo sforzo, basta uno yogurt o un frutto. Sempre in tema di alimentazione, è bene badare agli eccessi, decisamente banditi anche gli eccessi di zuccheri. Molto importanti sono anche le ore di sonno, che devono essere ben equilibrate e sufficienti ad apportare il giusto riposo a mente e corpo. Evitare dunque le estenuanti nottate sui libri perché, paradossalmente, produrrebbero l’effetto contrario a quello desiderato e poi si rischierebbe di presentarsi alla commissione che ci esaminerà come degli inguardabili zombie. Passiamo ora alle perle di saggezza che ci dona Madre Natura per evitare che la nostra memoria vada il tilt in periodi di forte stress. Il cioccolato fondente: i più golosi saranno felici di avere la conferma che, oltre ad essere buono, fa anche bene alla salute. Alcune sostanze in esso contenute risultano avere un effetto positivo sulla circolazione sanguigna nel cervello contribuendo a migliorarne l’ossigenazione, agendo così in modo decisamente positivo sulla memoria. La cannella: questa spezia aromatica e stuzzicante, è molto apprezzata in cucina, specialmente quando si vuole dare quel tocco in più ai propri dolci. Sono molto famose anche le sue proprietà digestive ed antibatteriche. Nel nostro caso, la magica cannella si presta magnificamente a favorire le facoltà cognitive migliorando la memoria di chi ne assapora il gusto e ne apprezza il profumo. Provare per credere! La curcuma: chiamata anche zafferano delle indie, questa spezia dalle radici color giallo vivace rappresenterebbe un utile rimedio per migliorare le nostre facoltà mnemoniche; per farlo occorre semplicemente assumerne un grammo tutte le mattine a colazione. Ultimo della lista ma non per importanza, il rosmarino: da utilizzare sotto forma di olio essenziale, se si lascia diffondere il suo aroma negli ambienti interessati dalle nostre principali attività, quelle che richiedono il maggiore utilizzo di sforzi e concentrazione, il successo è garantito. Avete letto i nostri consigli? Li avete memorizzati? Allora di corsa sui libri ed in bocca al lupo per le vostre prove!

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •