Home Cronaca & Attualità Social Dipendenza. Quando i social non sono più un mezzo di comunicazione...

Social Dipendenza. Quando i social non sono più un mezzo di comunicazione ma un pensiero ossessivo

196
0

Sono entrati nella nostra vita da molto tempo e ci hanno permesso di avvicinarci al grande turbinio di persone,passioni e altri mille interessi che li contraddistinguono. Sono i social ad aver cambiato la nostra vita per sempre,hanno azzerato le distanze tra noi e persone che forse non avremmo mai più rivisto ed hanno anche regalato il successo in alcuni casi. Questo successo il più delle volte nasconde un lato oscuro ed è l’essere disposti a tutto pur di essere famosi. Ormai la seconda vita che coltiviamo sta prendendo il sopravvento sulla prima,quella vera e autentica. Non essere sui social equivale a dire ”Io non esisto”. La statistica riporta che i contatti umani sono ridotti al minimo,ognuno è chiuso nel suo piccolo mondo digitale e una volta abituato fa fatica ad uscirne. Ho sempre pensato una  cosa a riguardo: Prima si viveva per avere 15 minuti di notorietà ma adesso tutto è più semplice. I social sono un instancabile riflettore che pende sulle nostre vite, causando isolamento e annullando l’individuo.