vertice nato napoli(di UMBERO D’ORSI) Nel pomeriggio di giovedì 7 luglio all’uscita della stazione centrale di piazza Garibaldi, ha avuto luogo un sit-in per fare appello alla massima mobilitazione contro il vertice Nato di Varsavia. La Nato è oggi la principale minaccia alla pace mondiale, e la testa di ponte dell’imperialismo statunitense ed europeo e delle sue direttrici neo-liberiste, e che attraverso pressioni militari ed economiche esercita un imperium pervasivo e annulla nelle diverse aree geopolitiche, la sovranità e l’autodeterminazione dei popoli. L’Italia in questi scenari ha occupato e occupa un ruolo sempre più di primo piano al servizio dell’Alleanza Atlantica, asservendo il proprio territorio alle esigenze militari e logistiche della Nato: le servitù militari sarde e il Muos sono solo i casi più eclatanti, in un contesto che conta 120 basi militari Usa dichiarate e molte altre segrete. Il tutto come riportato dal volantino dell’associazione M.I.A. (Movimento Internazionale Antifascista) distribuito in piazza in occasione della manifestazione. Il Coordinamento Ucraina Antifascista, in previsione del vertice Nato dell’8 e 9 luglio che, provocatoriamente si terrà a Varsavia (a distanza di 19 anni da quell’8 luglio 1997, data dell’invito ufficiale della Nato ad aderire all’alleanza, rivolto a Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca, in deroga all’accordo non scritto fra Nato e Russia) per riformulare strategie aggressive contro il popolo del Donbass, invita alla massima mobilitazione per la pace e contro la Nato.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •