di Roseli Rita Ferraiuoli – In attuazione del Piano di fattibilità dell’azione “Scuole Sicure” della Regione Campania, ha preso  il via ieri la procedura per l’effettuazione, su base volontaria, di Tamponi nasofaringei al personale scolastico impegnato negli Esami di Stato 2019/20. L’esecuzione dei tamponi avverrà presso le sedi scolastiche per gli istituti della città metropolitana di Napoli e presso checkpoint territoriali per le province di Avellino, Benevento, Caserta, Salerno e per la provincia di Napoli.

“Si tratta di un progetto voluto dal presidente De Luca per dare sicurezza al personale e agli studenti e le loro famiglie impegnati negli esami di maturità”, ha dichiarato l’assessore regionale all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili Lucia Fortini. Circa 27mila soggetti, tra il personale docente e non docente, saranno coinvolti per questo screening iniziale che costituirà il primo banco di prova per l’avvio delle attività scolastiche a settembre, quando partirà anche la campagna di vaccinazione gratuita per la normale influenza per bambini ed anziani voluta dal Governatore. L’intento è di dare sicurezza al personale e agli studenti impegnati negli esami di maturità, tranquillizzare le famiglie e l’intera comunità scolastica. Si delinea, quindi, il piano per il rientro a settembre della Regione Campania, allorquando, per tutti gli operatori della scuola saranno effettuati test rapidi e tamponi, sempre su base volontaria.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •