Sono sei i sismi di lieve entità registrati nel primo pomeriggio tra Pozzuoli, Quarto, Agnano, Fuorigrotta, Pianura e Bagnoli.
Numerose le chiamate e le segnalazioni all’ Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che hanno rilevato scosse, in ordine di presentazione, di magnitudo 0.4 alle 14 e 34; di 0.8 alle 14 e 38; di 1.4 alle 14 e 41; di 0.7 alle 14 e 42;  1.8 alle 14 e 58, e  l’ultima, di magnitudo 2.4 alle 15 e 09.
Secondo i sismografi, l’epicentro è stato tutte le volte Pozzuoli a poco meno di due chilometri di profondità.
Le scosse sismiche, seppur superficiali, sono ancora in corso e non è possibile prevederle con certezza.
Fortunatamente, non ci sono stati danni a persone ne a edifici anche se molti, impauriti, si sono precipitati in strada.
Su Facebook, il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, afferma di essere in contatto con l’Osservatorio Vesuviano il quale “ci invita a non creare allarmismi e panico. Tutto rientrerebbe nella dinamica dello stato di allerta giallo della caldera dei Campi Flegrei, nella normale attività del territorio».
Condividi su
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •