Scontri stamani durante il match domenicale Casoria Puteolana; inizialmente si era pensato a una lite tra le varie tifoserie, con tanto di violenze annesse, ma la dinamica assume toni molto più oscuri.

Ad agire, nonostante non fossero ne dell’una ne dell’altra squadra, addirittura un gruppo di tifosi dell’ Afragolese.

I fatti si sono svolti poco prima dell’inizio partita: circa 150 tifosi ospiti sono entrati in contatto con quelli dell’Afragolese che erano giunti sul posto solo per creare disordini. Gli “esaltati” hanno cominciato a tirare pietre ad alcune auto parcheggiate nelle vicinanze, provocando ingenti danni ai mezzi in sosta, anche se per fortuna nessun ferito.

I carabinieri, intervenuti in assetto di ordine pubblico, hanno trovato e sequestrato sugli autobus dei tifosi dell’afragolese, tubi di gomma, bastoni e spranghe di ferro.

I presenti, sconvolti per l’accaduto, si sono ritrovati loro malgrado nel mezzo di una guerriglia, e a pagarne sono stati le loro autovetture.

“Io abito lì ed ho sentito urla, schiamazzi.– ha dichiarato una residente infuriata –  Mi sono affacciata ed ho visto questi gruppi di ragazzi con i volti coperti con in mano petardi e mazze , hanno iniziato a sfasciare le auto parcheggiate lungo il viale olimpico– prosegue- I carabinieri che erano presenti completamente immobili, erano pochi gli uomini in divisa. Questi folli, hanno fracassato vetri, esploso i petardi dentro le auto. Dai balconi le persone hanno iniziato a buttare oggetti, acqua, per fermarli . In circa dieci minuti l’inferno. Dopo, come se nulla fosse gli hanno aperto le porte dell’ingresso secondario dello stadio e lo hanno pure fatto accomodare a vedere la partita.– conclude- La mia auto distrutta, altre talmente fracassate che è dovuto intervenire il carro attrezzi e persino i vigili del fuoco”. 

Condividi su
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •