Home Cronaca & Attualità Scie chimiche e inquinamento atmosferico: un video shock del Comitato NO –...

Scie chimiche e inquinamento atmosferico: un video shock del Comitato NO – FLY – ZONE segnala l’enorme disagio proprio nei pressi del cinema Uci a Casoria

179
0
Il difficile tema dell’ inquinamento mondiale è sempre stato al centro di dibattiti e manifestazioni, la situazione non è delle migliori proprio perchè il percoso è lungo e la volontà di cambiare le cose non è nel cuore di tutti. La segnalazione di oggi riguarda proprio l’ inquinamento dovuto al traffico aereo, quelli che quotidianamente sorvolano la zona “Uci Cinemas Casoria”:chi non è capitato di veder passare un velivolo, magari molto vicino o in lontananza a quell’area? Il comitato NO – FLY – ZONE ha espresso a chiare lettere la sua opposizione all’ intenso traffico aereo e soprattutto sulle conseguenze per i cittadini. Di seguito sono riportate le parole giunte alla nostra redazione:
” Il rischio è quello che tutti conoscono sui trasporti, per gli aerei è un rischio molto basso ma dipende dal numero di aerei che passano. Più sono gli aerei e più sono le possibilità! Noi del comitato lottiamo affinchè il numero di aerei che utilizzano l’ aeroporto di Capodichino diminuisca, e di molto anche! Protesteremo per questo Sabato 26 Gennaio a Napoli, in Piazza Dante alle ore 10:00! Più saremo e più forti andremo avanti nella lotta!”
Bisogna approfondire questa delicata tematica, raggiugere la consapevolezza che un incidente aereo può causare tante vittime, ma le emissione inquinanti di tali velivoli ne uccidono molte di più. Secondo il MIT ( Massachusetts Institute of Technology), le morti per l’ inquinamento aereo sono diecimila l’ anno! Lo studio di ricerca afferma che, tra questi,ottomila decessi sono causati dalle scie chimiche di aerei che volano ad un’ altitudine di circa diecimila metri e i restanti duemila per gli scarichi inquinanti emessi durante le fasi di decollo e atterraggio! Queste sono solo piccole statistiche, ma la prospettiva completa degli inquinamenti causati da aerei, navi, fabbriche e centrali, fa riflettere ancora di più sulla salvaguardia del pianeta e delle persone che ne fanno parte! Un ringraziamento particolare va al comitato NO – FLY – ZONE per l’ importante segnalazione!
Articolo precedenteEcodistretto: ignorate le richieste di Casoria.
Articolo successivoLa marea azzurra per Napoli. Tutti uniti per chiedere ciò che spetta di diritto alla città!
Scrittore di romanzi sotto lo pseudonimo di Vincent Abberline,diplomato in Scienze Sociali nel 2009,presso il Liceo Poli specialistico Gandhi di Casoria. Amante dei grandi classici,della filosofia decadentista e della cronaca introspettiva.