“Tutti abbiamo visto con sgomento e rabbia la  macchia orrenda e mefitica che dal Torrente Agnena si allunga sulle coste di fronte Castelvolturno. Come ho scritto pochi giorni fa, dobbiamo imparare da questa “forzata pausa” di queste settimane anche a renderci conto dell’ambiente meraviglioso che ci circonda e che può diventare un’opportunità di sviluppo. Siamo da sempre dalla parte del lavoro e ambiente e sostenibilità significano lavoro” ha affermato la Consigliera Ciaramella, che insieme al Consigliere Gianluca Daniele hanno poi riportato: “Per questo esprimiamo pieno sostegno a quanto inoltrato da SIB Campania. Tutelare la balneabilità delle nostre acque marine è anche un modo per garantire sostegno all’intero indotto degli stabilimenti e del Turismo, tanto più in un’estate dove tornerà necessariamente in auge un turismo di prossimità. Dobbiamo mettere in campo tutti gli strumenti utili a questo scopo, a cominciare dal tracciare  gli scarichi, unico mezzo per fermare gli illeciti che mettono a rischio la salute delle nostre acque”.
Ciaramella e Daniele concludono ringraziando per gli immediati controlli: “Intanto ARPAC, Capitaneria di Porto e Forze dell’Ordine sono già al lavoro in tal senso, indagando sull’Agnena. A loro va un ringraziamento per questo e un monito a fare altri controlli a tappeto per conservare la natura nello stato  in cui soli due mesi di stop ce l’hanno restituita. E noi come Regione Campania dobbiamo continuare e continueremo nell’investimento in depuratori e rigenerazione del territorio”.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •