saluti-finaliIn una piacevole atmosfera, come sempre creata ad arte dallo staff della Sasha Immobiliare, le dottoresse Sabina Guida e Antonia Castiello, hanno accolto gli ospiti con la solita cordialità e l’impeccabile stile Sasha, che negli ultimi mesi, sta ampliando e diversificando l’offerta dei suoi servizi. Sasha tech, l’ultimo settore del gruppo immobiliare, si occupa infatti di formazione, di consulenza aziendale, gestione di piattaforme social, siti web, recruiting, di organizzazione meeting. L’evento che si è tenuto ieri in una sala conferenza gremita, in ogni ordine di posto, rientra negli eventi organizzati in tutta la Campania in occasione della “VII edizione della Settimana del Benessere Psicologico”, di cui abbiamo già ampliamente dato notizia sulle pagine del nostro portale. Il seminario organizzato ieri, è stato denominato, “L’aperitivo psicologico”. Sotto l’elenco dei dottori, intervenuti:

  • Pietro Scurti, Psicologo Psicoterapeuta Dirigente del SERT ASL Na2 Nord
  • Dottoressa Anna De Mare, Psicologa, si occupa di caregiving attraverso progetti sul territorio e di assistenza all’infanzia
  • Dottoressa Francesca Esposito, Psicologa specializzanda in psicoterapia, educatrice scolastica presso la casa famiglia “Neverland”
  • Dottoressa Loredana Casaccia, Psicologa attiva nel campo della ricerca ed esperta in psicodiagnostica clinica, educatrice presso la casa famiglia “Neverland”
  • Dottoressa Nunzia Giacco, Psicologa Psicoterapeuta, Responsabile della Casa famiglia ”Neverland” e referente del progetto “Insieme” dedicato all’elaborazione del lutto per la cooperativa “La Gioiosa” operante nel consorzio cimiteriale Casoria- Arzano-Casavatore
  • Dottoressa Federica Realfonzo, Psicologa Psicoterapeuta, lavora per il progetto di riabilitazione intensiva post acuta pediatrica presso il Santobono, educatrice presso la casa famiglia “Neverland”

Il moderatore è stato il Dott.. Pietro Scurti, che dopo un’illuminante panoramica sull’iniziativa, ha comunicato alla platea, l’intento di questi incontri e lo scopo dell’iniziativa “Diffondere una cultura psicologica attraverso il concetto di benessere psicologico e promuovere la professionalità dello psicologo nelle comunità, creando contesti di riflessione tra istituzioni, cittadini e psicologi, rendendo visibili le competenze, le azioni e gli ambiti in cui lo psicologo opera e attivando reti capaci di evidenziare e risolvere le necessità del territorio”, scopo riassunto magistralmente dal dott. Scurti in una frase semplice ma d’impatto per i temi che si sono susseguiti durante il seminario, “C’è la necessità di riportare le persone al confronto, alla condivisione del pensiero, perché la repressione, il chiudersi in se stessi può essere l’inizio di patologie di qualsiasi natura”. Dopo l’introduzione dei temi del seminario,

  • Sosteniamo chi sostiene: la psiconcologia dalla reazione all’intervento (Dottoressa Anna De Mare)
  • Il caregiving: Il paziente al di sopra di ogni sospetto (Dottoressa Francesca Esposito e Dottoressa Loredana Casaccia)
  • Attraverso il lutto: la condivisione del dolore per ritrovare la vita (Dottoressa Nunzia Giacco)
  • Le difficoltà di crescere bimbi felici (Dottoressa Federica Realfonzo)

introduzione-dott-scurti-2si sono susseguiti gli interventi delle relatrici, che hanno trattato i temi su elencati. Sono stati interventi su temi molto delicati trattati con metodo professionale e tecnico, ma allo stesso tempo, con la capacità di arrivare a tutti.  Attraverso una chiara esposizione dei concetti di caregiving, la De Mare prima e le dottoresse Esposito e Casaccia dopo, hanno innanzitutto spiegato chi è il caregiver. Il termine inglese indica colui che sostiene la persona malata, ed hanno poi spiegato, come sia possibile riuscire ad aiutare questa figura, insieme alla persona malata, nelle varie fasi che si attraversano in un percorso lungo e difficile. Di quanto non sia sempre semplice accudire e sostenere un peso del genere (burden) e come lo psicologo deve, in questi casi, saper “normalizzare” la situazione e creare “empatia e reciprocità” con le persone coinvolte. L’intervento dello psicologo è estremamente importante se non necessario, per evitare che il senso di responsabilità, il senso di colpa e il peso (burden appunto), possano essere veicolo di accumulo di stress e fare ammalare la persona che deve accudire, che molte volte, essendo concentrato sulla persona malata si dimentica di se. Abbiamo ascoltato durante gli interventi relativi alla “psiconcologia” e al “caregiving”, una citazione di Tolstoj: “Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo” e un ‘affermazione che riconduce all’introduzione del dott. Scurti, che parlava di condivisione del pensiero “La psicologia è importante nell’aiuto nelle situazioni di dolore, per non far sentire soli chi soffre”. Affermazioni che danno il senso di quanto lo psicologo può essere di aiuto in situazioni che molte volte sembrano insormontabili per chi è coinvolto e probabilmente lo diventano senza la condivisone del pensiero, del dolore. Prima dell’intervento della Dottoressa Giacco, che ha aperto un nuovo scenario e cioè l’elaborazione del lutto, il Dott. Scurti ha presentato il Sindaco Pasquale Fuccio, invitato per l’occasione dagli organizzatori. Il Dott. Scurti si è detto felice per l’intervento del sindaco, perché l’iniziativa, ha bisogno di essere sponsorizzata e seguita dalla politica, quella costruttiva e propositiva. Il sindaco si è detto onorato dell’invito, ha lodato le intenzioni dell’iniziativa e ha auspicato che il prossimo evento si possa organizzare nella sala consiliare del comune di Casoria che ha messo a disposizione per il gruppo di lavoro. Il seminario è ripreso con la relazione della dottoressa Nunzia Giacco, che ha introdotto un nuovo argomento, l’elaborazione del lutto attraverso la condivisione per ritrovare la vita. Un titolo che già dà il senso del giusto approccio ad un tema tra i più delicati che si possano affrontare, la perdita di una persona cara. Le risorse vanno trovate nei momenti difficili, il lutto non deve essere negazione, ma attraversamento, altrimenti si corre il rischio di incorrere in un lutto denominato patologico, che può trascinarsi per tanto tempo e colpire anche le generazioni a venire. La morte è un tabù e si riesce a parlarne solo spettacolarizzandola, ma non deve essere così. L’ultimo argomento trattato, ma non meno importante, è relativo al mondo dell’infanzia. La dottoressa Realfonzo, ha relazionato sulle difficoltà di crescere dei bimbi felici. Argomento delicato e da affrontare con molta attenzione, data l’importanza del destinatario.

introduzione-dott-scurti-1Molto apprezzata la cronologia degli interventi, diversi, delicati, ma concatenati tra di loro. Si è cominciato parlando di malattia, di gestione del malato e di chi lo accudisce, continuando con la morte e l’elaborazione del lutto, per poi chiudere con il mondo dell’infanzia, con la speranza di poter cresce dei bambini felici. Come ha fatto notare il Dott. Scurti, si è parlato della vita. L’intervento del presidente dell’Ordine, la dottoressa Antonella Bozzaotra ha ribadito lo scopo dell’iniziativa, arrivata con orgoglio alla VII edizione, comunicando il tema di quest’anno, “Partecipazione e cambiamento” e sottolineando che solo con la partecipazione attiva è possibile cambiare, che il benessere psicologico deve essere di tutti in particolare nei momenti di difficoltà, condividendolo per creare benessere. Ha anche annunciato che è stata approvata la “Legge dello psicologo del territorio” in Campania (unica regione ad avere una legge) e l’imminente integrazione nella Legge n.11.  Il seminario si è chiuso con la presentazione della cooperativa onlus Terra Terra, che ha lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e alla integrazione di servizi socio sanitari ed educativi e del progetto casa famiglia “Neverland”, di cui approfondiremo in un altro articolo per l’importanza sociale che riveste e a cui bisogna dedicare il giusto spazio. Una serie di “riconoscimenti” ha chiuso definitivamente l’evento.  Premiati il sindaco, che ha rinnovato l’invito in sala consiliare alle prossime iniziative, l’imprenditore Carlo Del Vecchio e la Sasha Immobiliare per l’ospitalità e per l’impegno profuso nella cooperativa Terra Terra di cui è partner e sponsor, e il presidente dell’ordine la dottoressa Bozzaotra, che ha ringraziato gli organizzatori e gli ospiti intervenuti numerosi. Un seminario interessante, seguito da molti, che hanno accolto l’invito dell’imprenditore Carlo Del Vecchio che fa della formazione e della ricerca di miglioramento dell’individuo il suo credo, argomenti che fanno nascere riflessioni profonde, perché sono argomenti che tutti prima oi poi nella vita devono affrontare, e farlo con il giusto approccio e con il giusto aiuto, possono diventare meno difficili da affrontare e da superare. Le dichiarazioni al nostro giornale della Dottoressa De Mare e del Dott. Scurti, alla fine dell’evento, fanno eco a quanto ascoltato durante il seminario e confermano che queste iniziative, servono a far conoscere il vero senso del lavoro dello psicologo, molte volte frainteso dalle persone. Hanno entrambi confermato, che c’è molta curiosità da parte delle persone, ma poca richiesta effettiva ad essere aiutate, forse per vergogna, o forse perché ancora non è chiaro qual è il reale valore aggiunto che lo psicologo può dare. Il seminario di ieri ha fatto molta chiarezza e ha dato qualche certezza in più ai presenti, ci auguriamo che i prossimi eventi aldilà delle iniziative che rientrano nelle programmazioni annuali, possano chiarire ancora meglio e invogliare le persone che si trovano in difficoltà a richiedere aiuto a condividere il pensiero, come più volte detto dai bravi professionisti che hanno relazionato. L’evento è stato seguito dalla photo reporter dell’associazione, Angelica Casaccia.

locandina-1

Condividi su
  • 71
  •  
  •  
  •  
  •