E’ ormai da diversi anni che il fenomeno risulta essere monitorato dagli agenti del Comando di polizia locale di piazza della Repubblica e  ciò consente di avere una situazione di normalità. Eccezione è stato il comportamento di due soggetti, candidati, che avevano apposto fuori dagli spazi i manifesti elettorali. Sanzioni contestate e obbligo della rimozione del manifesto con ripristino dello stato dei luoghi prontamente avvenuto. Le violazioni contestate sono riconducibili alle leggi in materia di propaganda elettorale che vanno da arrivano fino a mille euro. Le attività rientrano anche nelle azioni mirate ad evitare fenomeni di degrado urbano alla luce del recente decreto sulla sicurezza urbana del ministro Minniti. Gli uomini del Comandante Chiariello continuano nelle loro attività senza sosta e con non poche difficoltà visto il ridotto numero di personale a disposizione.

Condividi su
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •