Sabato 31 marzo, vigilia di Pasqua con Sassuolo-Napoli in campo alle 18. In principio prevista alle 15, poi posticipata di 3 ore più tardi, per evitare che i tifosi azzurri incrociassero quelli giallorossi, visto che la Roma è impegnata nella vicina Bologna.

Napoli che ha giocato 4 volte in quel di Sassuolo in A: 1 sconfitta (nel 2015/16 per 2-1, in goal Hamsik), 1 pareggio (2-2 nel 2016/17 in rete Mertens e Milik) e 2 vittorie (0-2 nel 2013/14: grazie a Dzemaili e Insigne e 0-1 nel 2014/15 goal di Callejon).

Le 2 vittorie maturate con Benitez in panchina, dunque per Sarri il Sassuolo rappresenta una delle trasferte tabù da sfatare. All’origine erano 4 le trasferte tabù da quando allena il Napoli: Fiorentina, Genoa, Juventus e Sassuolo.

Vincendo a Marassi contro il Genoa per 2-3 all’andata, sono rimaste solo Fiorentina, Juventus e Sassuolo. Anche il Mapei Stadium di Reggio Emilia (stadio e città che ospitano il Sassuolo) deve essere sfatato per continuare a tallonare la Juventus.

Il goal di Milik della passata stagione, ha evitato la seconda sconfitta di fila per Sarri da quando è a Napoli, la terza se consideriamo anche quando era a Empoli, perdendo 3-1 durante la stagione 2014/15.

Sassuolo-Napoli di questa stagione capiterà quasi concomitante alla stagione scorsa: quest’anno alla 30°giornata, un anno fa alla 33°. Inoltre tutte e 4 volte che il Napoli ha giocato a Sassuolo in serie A, è sempre andato in vantaggio.

Ma solo 2 volte il Napoli ha vinto, le altre 2 volte ha perso 2-1 con rete di Hamsik rimontata (2015/16, 1°giornata e partita di esordio di Sarri sulla panchina azzurra) e pareggiato nel 2016/17, il 23 aprile 2016 per l’esattezza.

In quest’ultima: Napoli avanti con Mertens di testa su cross di Callejon, poi rimontato sul 2-1 e pareggiato per 2-2 con Milik, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Azzurri 4 volte in vantaggio e 4 volte hanno giocato di domenica a Sassuolo.

Stavolta sarà la prima volta Sassuolo-Napoli di sabato, la terza volta di sabato alle 18 in trasferta per il Napoli e la seconda volta di sabato alle 18 in Emilia-Romagna. La prima volta è stata con Spal-Napoli 2-3 e la seconda con Torino-Napoli 1-3.

Contro la Spal in rete Insigne, Callejon e Ghoulam; contro il Torino Koulibaly, Zielinski e Hamsik. Quindi manca all’appello solo Mertens di sabato alle 18, già in goal nella passata stagione a Sassuolo e all’andata al San Paolo.

O ci pensa uno dei citati o segna un altro difensore (Ghoulam con la Spal e Koulibaly col Torino)? Intanto l’ultima partita prima della sosta, ci ha pensato proprio un difensore: Napoli-Genoa 1-0 72’Albiol, di testa su corner, battuto da Callejon.

Vigilia di Pasqua un po’ indigesta agli azzurri e in più poche volte hanno giocato in casa, valutando dal nuovo millennio ad oggi. In 17 volte (tra serie A, serie B e serie C) in campo il Sabato Santo, 13 volte in trasferta e solo 6 volte il Napoli ha vinto.

Di queste 6 vittorie, 4 arrivate fuori casa, in giorni simili se non uguali: 22 aprile 2000 in serie B, Sampdoria-Napoli 0-2 (Asta e Schwoch); 14 aprile 2001 Bari-Napoli 0-1 (Jankulovski) e 30 marzo 2002 in serie B, Sampdoria-Napoli 0-2 (Vidigal e Rastelli).

Le altre 3 vittorie: 15 aprile 2006 in serie C, Napoli-Perugia 2-0 (Calaiò e Capparella), 30 marzo 2013 Torino-Napoli 3-5 (tripletta di Dzemaili e doppietta di Cavani) e l’ultima il 15 aprile 2017 Napoli-Udinese 3-0 (Mertens, Allan e Callejon).

Questi ultimi, sono gli stessi marcatori della partita d’andata col Sassuolo: Napoli-Sassuolo 3-1 (Allan, Callejon e Mertens). Quest’anno Sassuolo-Napoli il 31 marzo 2018 alla 30°giornata, simile a Torino-Napoli 3-5 (il 30 marzo 2013 alla 30°giornata).

In 4 stagioni solo in una il Napoli ha battuto il Sassuolo sia all’andata che al ritorno, nel 2014/15: all’andata Sassuolo-Napoli 0-1 e al ritorno Napoli-Sassuolo 2-0 (Zapata e Hamsik in goal).

Anche in questa stagione Napoli-Sassuolo è finita con vittoria azzurra con 2 reti di scarto, 3-1 all’andata, che sia di buon auspicio per Sassuolo-Napoli al ritorno in programma sabato prossimo?

Sassuolo-Napoli sarà diretta da Fabbri di Ravenna, fischietto che ha già arbitrato il Napoli in trasferta in campionato e si lega in qualche modo a luogo, giorno, orario e appunto trasferta.

Fabbri ha diretto Verona-Napoli 1-3 (autorete di Souprayen, Milik e Ghoulam). E’ di Ravenna che si trova in Emilia-Romagna e il Napoli ha giocato già di sabato alle 18 in trasferta in Emilia-Romagna (Spal-Napoli 2-3) dove segnò anche lì Ghoulam.

Verona-Napoli come Torino-Napoli, anch’essa finita 1-3 e in campo di sabato alle 18. Verona-Napoli in goal Milik, 2 in trasferta totali in serie A col Napoli, l’altro nel 2-2 di Sassuolo di un anno fa. Una rete finora con Fabbri arbitro, che gli porti bene a Milik?

 

Condividi su
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •