sabatonottealmuseojpgOgni sabato sera, da Luglio ad Ottobre, sarà possibile partecipare a percorsi di visita negli scavi di Pompei ed Ercolano, al costo di 2 euro. Va precisato che, non saranno aperti tutti gli scavi, ma, ci saranno itinerari predisposti dalla Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia. Il prezzo, di queste visite, è speciale. Si darà, così, la possibilità a tutti di fruire di un Patrimonio dal valore inestimabile. Si potrà trascorrere una serata diversa, in uno scenario di grande importanza culturale, storica e archeologica. L’ultimo appuntamento è previsto per il 17 Ottobre 2015. Agli scavi di Pompei, nell’Anfiteatro dell’area archeologica, i turisti potranno visitare la mostra “Rapiti alla morte. I calchi – La fotografia”. Il pubblico potrà ammirare i calchi, realizzati dopo il recente  restauro della Soprintendenza. Le visite, con gruppi di 40 persone, saranno previste dalle ore 20.15 fino alle 23.15. Agli scavi di Ercolano, invece, si potrà visitare il Padiglione della Barca. Inoltre, ammirando dall’alto la città illuminata, si potranno osservare gli scavi e gli scheletri delle vittime dalle porte dei Fornici. In questo caso, le visite partiranno, ugualmente alle ore 20.15 fino alle 23.15, ma, con gruppi di 25 persone. Si consiglia di anticiparsi presso le biglietterie per rientrare nei turni di visita, perché nel caso in cui ci dovesse essere una grossa affluenza l’Amministrazione non potrà assicurare l’ingresso a tutti. Verrà, naturalmente, rispettato l’ordine di arrivo. Si presenta, dunque, un’occasione per trascorrere un sabato, a dir poco, prezioso. Manifestazione ideata e realizzata per avvicinare il maggior numero possibile di persone ad un Patrimonio unico al mondo. In questo modo, tutti potranno sentirsi coinvolti ed invitati a partecipare. Una mossa davvero vincente quella di scegliere come giorno il sabato sera, poiché in molti sono liberi da impegni lavorativi o di studio. Inoltre, predisporre percorsi di visita speciali significa, non solo, donare a chi sarà presente un momento unico, esclusivo, ma anche dare la possibilità a chi ancora non avesse effettuato una visita vera e propria agli scavi, di incuriosirsi e decidere di tornare. Gli aspetti positivi sono molteplici e ci auguriamo che tutti possano accettare questo invito speciale, sentendosi parte integrante di un Patrimonio che appartiene a tutti noi e, merita di essere apprezzato, valorizzato, amato.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •