Home Sport Ripescaggio in Lega Pro: sogno e realtà per Arzanese, Sorrento e Aversa

Ripescaggio in Lega Pro: sogno e realtà per Arzanese, Sorrento e Aversa

61
0

arzaneseARZANO – Oggi 28 Luglio alle ore 19 scadrà il termine per presentare la domanda di ripescaggio alla Lega Pro unica. Arzanese e Sorrento, più che l’Aversa Normanna , sono le compagini campane che possono sperare nella riammissione al torneo di terza serie. Tuttavia, il percorso che porta a rientrare nel giro della Lega Pro unica è tutt’altro che agevole per le squadre nostrane. Come noto, in questo momento sono tre i posti liberi a causa dell’esclusione di Nocerina, Padova e Viareggio, uno dei quali pare essere già in pugno della Correggese, compagine che ha vinto la fase finale dei play-off in serie D e che, dunque, ha tutti i requisiti per rientrare in quella che un tempo era chiamata la serie C. L’Arzanese dei fratelli  Serrao , già iscritta al prossimo campionato di serie D, da tempo impegnata nella battaglia del ripescaggio della nuova Serie C” voluta dal Presidente Macalli , ha i requisiti sia sul piano economico-finanziario che su quello strutturale (giocherà allo “Ianniello” di Frattamaggiore, adeguato per rispondere ai parametri imposti dalla Lega Pro) . Tuttavia, il percorso che porta a rientrare nel giro della Lega Pro unica è tutt’altro che agevole, infatti, oltre ad alcuni parametri di fondo, ci sono altri aspetti di non poco conto, come la “tradizione sportiva” della città ed al numero medio degli spettatori allo stadio dalla stagione 2008/09 alla stagione 2012/13. In tal caso, ci sono piazze quali Rimini e Torres ben più attrezzate e favorite. Ma a tenere vive le speranze del club bianco-celeste è  il dirigente Pasquale Costagliola : “Speriamo fortemente di far parte della prossima Lega Pro – rivela Costagliola – L’anno scorso abbiamo provato con tutte le nostre forze a guadagnare la promozione sul campo, ma purtroppo siamo retrocessi in seguito a due pareggi, senza quindi uscire sconfitti nei 180′ col Tuttocuoio“. Sul fronte mercato Costagliola ha le idee molto ma tutto dipenderà dal responso del Consiglio Federale del primo Agosto.  L’unica certezza in questa nuvola di incertezza è la  volontà del tecnico Marra che in una recente intervista ha annunciato di voler restare alla guida dell’Arzanese. L’importante, per il tecnico, non è tanto la categoria, quanto il progetto. Insomma la speranza è quella di non vedere sfumate le aspettative di un club che potrebbe dire ancora la sua nel campo dei professionisti. Non resta che valutare cosa accadrà realmente nelle ultime ore, che si preannunciano molto calde e magari anche ricche di sorprese.

 

Articolo precedenteCasoria: completato l’organigramma, si lavora sul fronte stadio. I tifosi già sono in delirio.
Articolo successivoRiforme o voto anticipato. Renzi richiama tutti alla responsabilità.
Nato a Napoli nel 1989, ha lavorato nel mondo della moda dall’età di 18 anni, sfilando con molti brand nazionali e non. Abbandonato il mondo della moda per continuare gli studi, si è Laureato in Relazioni Internazionali e Diplomatiche. Appassionato di politica internazionale, economia, sport e fotografia, decide di aprire un blog: www.raffaeledelmondo.com, per condividere il suo amore per la moda e l’healthy food.