Il 10 novembre 2017 è stato per molti contribuenti italiani e per molti comuni una data storica, il sottosegretario all’economia Pier Carlo Baretta ha finalmente chiarito che la Tari si compone di una quota fissa, relativa alla grandezza della casa, e di una quota variabile, dipendente dal numero degli abitanti dell’immobile. Sulla quota variabile i Comuni di tutti Italia e si sono divisi, infatti la quota variabile, anziché essere calcolata una sola volta sull’insieme della casa è stata moltiplicata più e più volte in base al numero delle pertinenze, cioè posti auto, cantine, soffitte, garage,ecc.,

L’esempio che sta “circolando” su internet e che spiega l’errore in cui sono incorsi molti Comuni è il seguente: per un appartamento in cui vive una famiglia di 4 persone, con superficie complessiva di 150 mq., di cui 100 di casa, 30 di garage e 20 di cantina, la parte variabile della tariffa relativa ad autorimessa e cantina (come precisato dal punto 4.2 dell’allegato 1 al DPR n. 158/99) “va computata solo una volta, considerando l’intera superficie dell’utenza composta sia dalla parte abitativa che dalle pertinenze site nello stesso comune”. Pertanto l’importo da versare si otterrà sommando: tutte le quote fisse rispettivamente di casa, garage e cantina, a cui si aggiungerà una, e solo una volta, l’importo della quota variabile. La norma stabilisce infatti che “le cantine, le autorimesse o altri simili luoghi di deposito, si considerano utenze domestiche condotte da un occupante, se persona fisica priva nel comune di utenze abitative. In difetto di tale condizione i medesimi luoghi si considerano utenze non domestiche”. L’errore di calcolo sarebbe stato commesso da non pochi Comuni, tra i quali spiccano Milano, Genova, Ancona, Napoli, Catanzaro e Cagliari. Il Codacons Casoria chiede al Sindaco di Casoria di intervenire immediatamente e chiarire se il Comune di Casoria ha commesso o meno lo stesso errore e nell’ipotesi positiva quale sarà la procedura di rimborso.

Il Codacons Casoria resta a disposizione delle istituzioni e dei cittadini per qualsiasi confronto e per aiutarci nella tutela degli interessi comuni e per chiarimenti presso la nostra sede sita in Casoria Via Giacinto Gigante, 34 ogni mercoledì dalle 17:00 alle 19:00 codaconscasoria@libero.it

Condividi su
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •