Il lavoro dei consiglieri del MoVimento Cinque Stelle Casoria, benchè all’opposizione, garantisce sempre un oculato controllo degli iter istituzionali e delle documentazioni prodotte dall’amministrazione non lesinando talvolta denunce , esposti e diffide.
Proviamo a tutelare i cittadini da soprusi potenziali o consumati ai loro danni esponendoci in prima persona.

Abbiamo appena protocollato un esposto a sua Eccellenza Ill.mo il prefetto di Napoli e all’Autorità Anticorruzione riguardo la procedura anomala di affidamento dei beni confiscati alla Camorra, congiuntamente ad una diffida al Comune di Casoria.
La delibera di giunta del 19/09/19 prevedeva l’adesione di associazioni del territorio per il conferimento di 3 Beni confiscati alla criminalità organizzata in comodato d’uso gratuito per 15 anni ed il conferimento di un finanziamento regionale per avviare progetti di utilità sociale.
L’amministrazione ha l’obbligo di pubblicare l’avviso per la suddetta manifestazione nel pieno rispetto della legge garantendo come termine minimo almeno 15gg per libera concorrenza.
Così facendo si altera in una procedura così delicata il principio della leale concorrenza, mettendo gli interessati che hanno avuto notizia dell’avviso pubblico solo il giorno 17 Ottobre, in difficoltà rispetto a chi ha avuto la ventura di leggere la delibera di giunta o di essere informato dell’esistenza della stessa.

Confidiamo nel lavoro delle autorità competenti che non esiteranno ad entrare nel merito per dirimere la questione e soprattutto avallare la nostra richiesta di ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA.
Vigileremo affinchè si rispettino i termini, le procedure e soprattutto i cittadini casoriani, nessuno deve rimanere indietro.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •