L’A.N.I.D.A. sin dalla sua nascita 2005 si batte per l’inserimento lavorativo dei Disabili, da tempo chiede un incontro con l’Assessore Regionale al Lavoro Sonia Palmeri, ma non ottenendo risposte, ha deciso di rivolgersi anche al Difensore Civico Regionale Avv.Giuseppe Fortunato e al Consigliere Regionale Francesco Borrelli, che facendo proprie le richieste dell’associazione, hanno inviato delle lettere all’Assessore. Entrambi, spesso in passato hanno sostenuto e sostengono, rispettivamente nei propri ruoli, le giuste e trasversali “battaglie” dell’A.N.I.D.A. Le richieste sono state :
– Trasparenza e fruibilità del sito istituzionale del Collocamento Obbligatorio dal quale si dovrebbe poter vedere l’elenco completo delle aziende e degli enti pubblici e privati della provincia di Napoli non in regola con le assunzioni obbligatorie dei disabili (scoperture);
– A quanto ammontano le sanzioni erogate ( o sono tutti in regola……) – A quanto ammonta il Fondo Regionale e come sono stati impegnati i fondi (sembrerebbe dal bilancio gestionale e previsionale della regione che il fondo risulti a zero !! );
– Quali sono le convenzioni con enti pubblici e privati finalizzate all’assunzione dei disabili ancora aperte;
– Quanti disabili sono stati avviati al lavoro in questi anni, quanti con il criterio numerativo scalando la graduatoria e quanti con quello a chiamata nominativa.
Argomenti di ultra attualità, in quanto c’è bisogno di fare chiarezza anche sulla quota destinata ai disabili degli annunciati 10.000 nuovi ingressi nella P.A. solo in Regione Campania dal Governatore Vincenzo De Luca. Nel frattempo è già partita una prima selezione di 2.175 nuove assunzioni (Concorsone Ripam) ma quali sono stati e quali saranno i criteri di selezione adottati per l’assunzione dei Diversamente Abili ?
Il Presidente dell’A.N.I.D.A. Giuseppe Sannino conclude affermando : Restiamo in attesa di ricevere risposte chiare precise e trasparenti, infine ci dichiariamo sin da ora disponibili ad un confronto per mettere a disposizione dell’assessore e non solo la nostra esperienza ultradecennale in materia di lavoro ai disabili.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •