Home Casoria Riaprono le scuole. Ma non abbiamo imparato ancora nulla!

Riaprono le scuole. Ma non abbiamo imparato ancora nulla!

240
0

Riaprono le scuole e, con esse, si riacutizzano anche alcune annose problematiche riguardanti la sicurezza all’uscita ed all’entrata dei vari istituti del nostro territorio.

La sicurezza degli allievi e la prevenzione dei rischi e dei fattori di pericolo che attentano alla loro incolumità fisica sono aspetti irrinunciabili da parte della scuola; dell’amministrazione e dei genitori.

Sono proprio i genitori a rimettere sul tavolo delle cose da risolvere quanto prima  un problema che da sempre affligge l’istituto comprensivo Puccini sito in via Giotto.

L’elevato rischio che corrono i numerosi scolari a causa dell’intenso traffico veicolare  dovuto al frequente passaggio di mezzi pesanti nonchè a quello di auto e moto ad elevata velocità.

“Nuovo anno scolastico, vecchi priblemi. Scuola media Puccini a via Giotto…… Ma alla sicurezza di questi bimbi chi deve pensare??????? VERGOGNA” è il post col quale  una rapppresentante delle mamme lancia un allarmante avviso.

Un tentativo di ricevere aiuto o studiare, insieme alle istituzioni coinvolte, scuola ed amministrazione quindi, una soluzione affinchè sia garantita la sicurezza dei ragazzi che si recano quotidianamente a scuola.

L’eco non tarda ad arrivare.

“come sempre”“siamo alle solite” o ancora “E solo uno schifo siamo abbandonati da tutti noi vergogna” ma non mancano commenti più tecnici e risolutivi, qualora fossero ascoltati.

“Una foto è più esaustiva di 1000 parole… servirebbe predisporre un divieto di transito per mezzi pesanti nelle ore di entrata e uscita.Poi certamente andrebbe vigilato il rispetto.
Anche con segnalazione dei numeri di targa da parte dei genitori.Tanto basta una volta che beccano la multa poi si educato al rispetto… “

Occorre indubbiamente un radicale intervento sulla viabilità di tutte quelle strade che costeggiano plessi scolastici, purtroppo la Puccini non è un caso isolato. Come in altre precedenti occasioni rilevato necessità, in contesti dove anche la negligenza dei cittadini aggrava la già triste realtà viaria, la presenza di presidi di forze dell’ordine sia locali che extra territoriali se l’esiguità delle prime non consente un adeguato servizio.

Oggi il numero di ragazzi era minimo, solo alcune classi hanno ripreso le lezioni, proviamo ad immaginare allora cosa accadrà quando riprenderanno tutti a pieno regime.