Home Politica Riaperture false, azioni concrete!

Riaperture false, azioni concrete!

323
0

Il decreto “riaperture” dello scorso mese, sarà certamente suonato come una beffa, alle categorie più martoriate da questa emergenza sanitaria. In particolare, ristoratori e titolari di bar sono costretti dalle norme a fare i conti con l’irrazionalità di una misura come il coprifuoco, che crea non pochi disagi; e soprattutto con la limitazione dei servizi al tavolo solo all’esterno, cui conseguono importanti disparità di trattamento tra operatori economici.

Nella speranza che il governo di Draghi e Speranza, anche incalzato dalla nostra irriducibile opposizione parlamentare, possa rivedere queste scelte discutibili, noi crediamo che, nei limiti del lecito e del possibile, le amministrazioni locali possano fare qualcosa, per venire incontro sia pure in piccola parte alle esigenze dei cittadini.

Quella della nostra Comunità militante è una posizione nota: a nostro avviso, con spirito di iniziativa, competenza e creatività, gli enti locali possono adottare, anche in ambiti in cui dovrebbero intervenire altre istituzioni, misure efficaci, a vantaggio dei propri cittadini.

Convinti come siamo che il nostro compito non debba limitarsi alla protesta, anche studiando esperienze di altre città d’Italia, abbiamo elaborato, e sottoposto all’attenzione del Sindaco, una serie di proposte, per far fronte in piccola parte al disagio e alle disparità, provocati dalla limitazione all’esterno dei servizi al tavolo.

Lanceremo pertanto una campagna che, a partire da questo aspetto, si allarghi ad altri temi, legati alle misure di contenimento, che generano sofferenza a cittadini e operatori del commercio.

AIUTI CONCRETI E PRATICAMENTE SENZA ONERI:

SI PUO’ FARE, NOI CI SIAMO!