Continua a restare alta l’allerta per il coronavirus in Campania. Nei giorni scorsi il governatore Vincenzo De Luca ha sottolineato l’importanza di indossare la mascherina e di continuare a rispettare la distanza interpersonale di 1 metro per evitare il diffondersi del Covid19 nel territorio regionale. Reduci da un pericoloso periodo di rilassamento generale il presidente ha richiamato all’ordine i cittadini, colpevoli di aver pericolosamente abbassato la guardia nelle ultime settimane non rispettando le norme anti contagio emanate negli scorsi mesi. È proprio a causa del comportamento negligente dei campani, ed a casi di importazione del virus da persone provenienti dai paesi esteri,  che la regione ha registrato un pericoloso incremento di casi negli ultimi giorni, circostanza che ha costretto l’amministrazione regionale ad inasprire le multe per i trasgressori. De Luca ha adottato l’ordinanza n. 63 del 24 luglio scorso che irroga multe fino a € 1.000 a tutti coloro che vengono sorpresi all’interno di luoghi chiusi senza mascherina. Ancora più dura la pena per i negozianti, che in caso di mancato utilizzo dei dispositivi di protezione personale rischiano di vedersi chiudere la loro attività per 30 giorni e oltre. E già sono fioccate le prime multe nelle principali città della Campania. Controlli si sono registrati anche nella città di Casoria da parte di Carabinieri e Guardia di Finanza.
Severità e intransigenza, una linea dura ma efficace nella lotta al coronavirus. Solo in questo modo la cittadinanza potrà evitare scenari decisamente peggiori. Qui di seguito il testo completo dell’ordinanza.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •