Home Eventi Quattro passi nella Valle delle Ferriere

Quattro passi nella Valle delle Ferriere

527
0

DSC_3171Nel cuore della costiera amalfitana, tra i monte di Scala, si snoda una riserva naturale che conserva il suo microclima, rimasto immutato nel tempo, e che ospita specie vegetali di epoche antichissime; si tratta della Valle delle Ferriere. Gode di una speciale posizione geografica ed è protetta dai venti settentrionali, offrendo così a chi si inoltra tra i costoni rocciosi, correnti caldo-umide. I botanici conoscono questa riserva per la presenza di una pianta molto rara in Europa, la Woodwardia radicans, comparsa sulla terra addirittura nel periodo terziario, ma anche per la presenza di un particolare tipo di salamandra. Il sentiero da percorrere non richiede particolari doti, ma solo tanta curiosità e scarpe adatte. Si parte infatti da quota circa 630 m. e si prosegue per la Valle dei Mulini, attraversata dal torrente Canneto. Un tempo questo torrente era utilizzato come forza motrice delle antiche cartiere. Amalfi infatti è sempre stata nota, sin dal Medioevo, per la produzione di carta. Purtroppo questa tradizione sta cadendo in disuso ma è possibile visitare, sempre nella Valle dei Mulini, un antica cartiera che oggi ospita il Museo della Carta, inaugurato nel 1969. Proseguendo su questo percorso, si viene catapultati, tra cascate, boschi e sorgenti, avvolti da una atmosfera surreale. Il tragitto dura circa 3 ore ma è di media difficoltà ed oltre al patrimonio naturalistico, ci si ritrova in un paesaggio incontaminato, tra terrazzamenti di limoni e vigne, e ruderi di antiche cartiere. A metà percorso si incontra inoltre l’antica ferriera, da cui il nome Valle delle ferriere. La repubblica marinara di Amalfi contava infatti numerose ferriere per la realizzazione di chiodi usate per le imbarcazioni.

Articolo precedenteArzano. Incendio al bene confiscato, presidio cittadino venerdì 22 aprile
Articolo successivoRed Ronnie alla Federico II per parlare di comunicazione
Storica dell'arte, addetta all'accoglienza turistica Regione Campania. Ama l'arte in tutte le sue poliedriche sfaccettature, dalla letteratura al cinema, dal teatro alle mostre museali, il tutto condito dalla passione per la cucina meridionale. La citazione che più la rappresenta appartiene ad Oscar Wilde:"Si può esistere senza arte, ma senza di essa non si può vivere".