Il Napoli post-Covid è un’altra squadra. Gioca bene e le vince tutte a parte l’unica sconfitta a Bergamo contro l’Atalanta dei sogni. Gattuso ha chiesto alla squadra di provare a vincerle tutte, e la squadra sta rispondendo alla grande. La vittoria di Genova, permette ai partenopei di ritornare al quinto posto insieme alla Roma dopo il momentaneo sorpasso del Milan che battendo la Juve ha “riaperto” se così si può dire, sia la lotta al vertice che la corsa Champions.
Il gol di Lozano appena entrato ha messo nei guai il Genoa, che al momento occupa il terzultimo posto dopo il sorpasso del Lecce vittorioso contro la Lazio.
La partita sembra mettersi subito in discesa per il Napoli che con Elmas passa in vantaggio dopo appena 7 minuti, ma a negargli la gioia è il VAR che annulla la rete per un precedente fallo di mano di Manolas. Ma gli azzurri non si fermano e continuano ad attaccare con tanti uomini nella metà campo avversaria. Al 35’ uno spavento per il Napoli quando Barreca dalla sinistra con un traversone teso pesca Cassata sul secondo palo, tiro al volo e Meret si salva aiutato dalla base del palo. Occasione sprecata per i grifoni, che vengono puniti nel primo minuto di recupero quando Mertens servito da Insigne realizza il gol del vantaggio.
La ripresa inizia nello stesso modo, Perin salva su Politano, ma Genoa più intraprendente e capace di trovare il gol del pareggio con Goldaniga di testa.
Inizia la girandola dei cambi, e Lozano appena entrato, riporta in vantaggio il Napoli: verticalizzazione di Fabian Ruiz, scatto di Lozanoi che brucia Biraschi e batte Perin con un sinistro sotto la traversa. I cambi di Nicola, non sortiscono alcun effetto e il Napoli vince la quarta partita in 5 gare. Prossimo ostacolo il Milan, capace di battere la capolista, al San Paolo per allungare e blindare il quinto posto.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •