Home Cronaca & Attualità “Punire per legge anche i minori di 14 anni” sarebbe giusto?

“Punire per legge anche i minori di 14 anni” sarebbe giusto?

172
0

“E se punissimo anche i minori di 14 anni?” E’ questo il quesito che si pone lo scrittore Massimo Fini, dubbio che ha reso noto attraverso il sito “Il fatto quotidiano”.

Fini pone in essere una questione che al giorno d’oggi, dato il dilagarsi del fenomeno baby gang, è più che attuale.

Certo non molti sono d’accordo sul fatto, ma se prendiamo ad esempio ciò che sta accadendo negli ultimi tempi la domanda è più che normale.

D’altra parte una simile legge in paesi evoluti come l’ America esiste già: così ragazzini, anche tredicenni, che compiono reati particolarmente violenti, sono processati come adulti. In effetti i ragazzi di oggi sono bombardati da informazioni tramite i media, internet eccetera, tanto da recepire il bene e il male dal mondo che li circonda.

Probabilmente, sapendo che saranno impuniti, restano inclini a seguire la via più semplice, ma peggiore per se stessi e per gli altri. Ed è proprio su questo che si dovrebbe puntare secondo lo scrittore: estirpare “il male” alla radice, facendo capire che chi compie violenze o atti criminosi non se la cava così facilmente.

Non solo:Massimo evidenzia anche le differenze d’educazione tra i decenni passati e oggi, quando i fanciulli dovevano “tremare” degli adulti e soprattutto di genitori e professori, mentre oggi è totalmente l’opposto.

Come per dire “mazz e panell fann e figl bell”? Il detto napoletano non si smentisce.

In effetti qualcuno ricorda una tale escalation di violenze nei decenni precedenti? Possibile sia solo colpa delle violente serie televisive?Molti sono cresciuti nell’epoca di “Arancia meccanica” ma nessuno, a quell’epoca, mise mai in atto simili azioni…