Home Cronaca & Attualità Progetto Digita, le imprese puntano sui giovani talenti

Progetto Digita, le imprese puntano sui giovani talenti

155
0
di Giuseppe Abazia – Stanno per aprirsi le porte del mercato del lavoro per i 46 studenti della Digita Academy, progetto nato dalla collaborazione dell’Università degli Studi di Napoli Federico II con Deloitte Consulting e con una serie di aziende campane e non, pronte a offrire un’opportunità ai giovani neo-diplomati.
Digita (acronimo di Digital Transformation and Industry Innovation Academy) è un percorso che punta a formare risorse negli ambiti della Digital Transformation e dell’Industria 4.0 secondo metolologie d’insegnamento all’avanguardia che includono didattica tradizionale, seminari, testimonianze dal mondo delle imprese ed esperienze sul campo.
Una delle aziende partner di Digita è Graded, società campana con 60 anni di esperienza nella progettazione e realizzazione di impianti energetici efficienti ed ecologicamente sostenibili. Due studenti della Digita Academy hanno già avuto modo, dalla prima settimana di maggio, di collaborare con Graded e partecipare alla realizzazione ed installazione, nella città di Ianova (Romania), di un cruscotto di monitoraggio da remoto di un impianto fotovoltaico costituito da 4.200 pannelli della potenza di 1 Mw su di un’area di 27.000 mq.
Vito Grassi, amministratore unico di Graded e presidente dell’Unione Industriali di Napoli, ha espresso grande soddisfazione. “In questo momento Napoli è al centro del mondo nell’offerta di competenza digitale e Digita è la dimostrazione concreta che tutto si può fare se realmente si vuole. I ragazzi che escono dall’Academy rappresentano il futuro per le imprese che puntano sull’innovazione tecnologica, la carta da giocare nel processo della trasformazione digitale: è compito delle aziende farli sentire protagonisti di questa trasformazione, investendo su di loro con lungimiranza”. Per i due giovani talenti ospitati da Graded, inoltre, l’esperienza in azienda non è che all’inizio: “Il nostro project work – ha aggiunto Vito Grassi – si chiude con una chance lavorativa: un contratto a tempo determinato per i due studenti con l’obiettivo che, il prossimo anno, saranno loro i tutor dei prossimi talenti che ospiteremo in azienda”.
Il progetto sviluppato da Graded ha avuto una particolare rilevanza formativa per gli studenti Digita coinvolti, poichè strettamente attinente al settore dell’Industria 4.0: si tratta di un software dotato di un algoritmo predittivo che, sulla base delle informazioni registrate e archiviate dai sensori in un dato periodo, consente di simulare il funzionamento dell’impianto fotovoltaico e individuare in tempo reale eventuali malfunzionamenti. Il software si avvale, inoltre, della possibilità di utilizzare un drone per gli interventi di manutenzione attraverso rappresentazioni in Realtà Aumentata (Augmented Reality).
Anche secondo Antonio Pescapè, direttore scientifico di Digita, l’anno accademico da poco concluso è stato un successo. “L’Academy Digita è stata un’esperienza dura ma bellissima, un anno di lavoro in cui tutti abbiamo imparato molto. La sfida difficile non era solo quella di formare questi ragazzi sulle tecnologie e gli attuali processi della trasformazione Digitale, ma formarli per essere protagonisti anche nelle trasformazioni che ci attenderanno nei prossimi anni. Penso che ci siamo riusciti”. Un altro dato positivo emerge inoltre dalla collocazione lavorativa alla quale sono destinati i diplomati Digita, che nel 40% dei casi è costituita da aziende della Campania. “Abbiamo contributo – ha commentato Pescapè – a creare le condizioni per permettere ai nostri ragazzi di rimanere nei nostri territori a fare un lavoro in linea con le proprie aspettative e competenze”.