Le informazioni settimanali sullo stato dell’analisi e dell’avanzamento del Covid-19 in Regione Campania sono servite al Governatore Vincenzo De Luca, qualora ve ne fosse ancora la necessità, per gettare le basi per una più rigida e morigerata quarantena e sottolineare lo sforzo immane che la Regione Campania sta facendo per evitare di divenire molto presto un Paese che conta e piange i propri morti.
Ecco alcuni dati agghiaccianti; in questo momento in Campania si contano 750 contagiati e 79 persone in terapia intensiva, una previsione fatta dai tecnici regionali proietta entro il 29 marzo 1500 contagiati, che diverranno entro inizio aprile 3000 contagiati con 140 persone gravi al punto tale da richiedere il ricovero in terapia intensiva. Le potenziali cause di aumento dei contagi, stando alle parole di De Luca sono da ricercare soprattutto nei RIENTRI INCONTROLLATI, nel PICCO di CONTAGIO del PERSONALE SANITARIO (attualmente 8%) ed infine, ma non meno grave, nei COMPORTAMENTI INCIVILI ed IRRESPONSABILI di coloro che infrangono le ordinanze e il buon senso richiamato.
Subito il Presidente mette in chiaro la sua linea: “Mi dispiace constatare che il nostro Paese continua ad essere il Paese delle mezze misure, con conseguenze che divengono un problema di vita dei nostri concittadini, si producono atti, ordinanze e non si sa poi dopo cosa accade, non si controlla se nella realtà questi vengono effettivamente rispettati. Alcune volte le ordinanze regionali anticipano e/o sono più severe, con maggiori restrizioni, rispetto a quelle Statali il che crea disorientamento”
Riportando l’esempio di un ufficiale di una caserma delle forze dell’ordine (senza specificarne il corpo) che ordinava ai suoi sottoposti di seguire solo le disposizioni Nazionali, De Luca ribadisce fermamente che in Campania, così come in tutte le Regioni, in materia sanitaria le ordinanze regionali valgono tanto quanto quelle Nazionali, ed invita il Governo a formulare ordinanze più perentorie.
Nella nostra Regione l’80% dei cittadini corretti, civili, vive una situazione pesante poiché rispetta le prescrizioni e resta recluso in casa, questo sforzo però rischia di essere vanificato da quel 20% di incivili che ignora i divieti. A tele proposito il Presidente De Luca fa un inciso sulla sua visione di CHIUDERE TUTTO parlando di “Militarizzare il Paese” spiegando tale convinzione in maniera elementare: “se l’obiettivo vitale è contenere il contagio ed evitare di contare migliaia di morti tutti i corpi dello Stato devono essere funzionali a tale obiettivo, abbiamo chiesto l’invio di militari in Campania, a breve ne arriveranno i primi 100; alle forze dell’ordine però devono darsi indicazioni precise e cioè la comminazione di ammende in caso d’infrazioni, la possibilità di sequestro del veicolo che circola senza giustificato motivo e la segnalazione all’ASL del o dei soggetti non autorizzati alla libera circolazione con la conseguente imposizione a questi ultimi della quarantena forzata.”
Di fondamentale importanza per la nostra Regione sono le misure che si stanno mettendo in campo in previsione del drammatico picco di aprile.
Anche qui il governatore apre con un inciso che lascia l’amaro in bocca; “avevamo avuto interlocuzioni con Domenico Arcuri (commissario per emergenza Coronavirus) rassicurazioni sull’arrivo di 225 ventilatori polmonari e di circa 600 caschi per ventilazione polmonare entro questa settimana, allo stato da Consip e Protezione Civile ci sono arrivati solo 5 ventilatori polmonari. Alla regione Campania per affrontare il paventato picco ne occorrerebbero 400, abbiamo deciso allora nelle more di muoverci da soli”
Nello specifico la Regione Campania ha cercato in prima persona dei fornitori contattando prima gli Stati Uniti d’America per arrivare poi alla Cina, dove sono stati acquistati e sono pronti alla spedizione, dovendo scontare le relative problematiche, 150 ventilatori polmonari.
È stata commissionata, tramite gara, ad una azienda di Padova la realizzazione di TRE (3) moduli prefabbricati di terapia intensiva da 24 posti letto che andranno rispettivamente a Napoli, Salerno e Caserta ed altri Due (3), a distanza di dieci giorni uno dall’altro, per il LORETO MARE ospedale interamente destinato al Covid–19. I moduli saranno ovviamente completi di ventilatori polmonari.
Si è proceduto ad acquistare 1mln e 300 mila mascherine P2 e P3 e ordinato 1 mln di mascherine chirurgiche, comincerà inoltre la produzione di una ulteriore produzione di un altro mln di mascherine da parte di un’azienda di Nola che ha stipulato un contratto con la Regione.
Sono stati acquistati 700 mila kit per fare test rapidi per individuare pazienti positivi. Su tale punto il Presidente de Luca chiarisce un punto; “non faremo test di massa, è una grossolana stupidità, ma andremo immediatamente a tutelare coloro che sono in prima linea in questa battaglia e cioè il personale medico per evitare che l’attuale 8% diventi un drastico 20%”.
Un piano regionale sul Covid-19 in continua evoluzioni, che chiede alle ASL un ulteriore sacrificio; raddoppiare nel più breve tempo possibile i posti sia di ricovero ordinari che quelli destinati alla terapia intensiva. Saranno inoltre coinvolte le strutture private convenzionate che, in caso di escalation del virus, si troveranno ad ospitare i ricoveri ordinari lasciando i presidi ospedalieri liberi per ospitare le terapie intensive.
In conclusione il Governatore De Luca anticipa due prossime ordinanze nelle quali prevedrà la chiusura di tutti i cantieri salvo quelli legati alle funzioni pubbliche essenziali ed alla sanità, e la interruzione delle attività di circa 550 comuni della Campania garantendo solo i servizi essenziali.
L’intervento si conclude con un sollecito: “auspico ci siano presto in tutto il Paese misure repressive stringenti, anche se drastiche che portino però conseguenze reali ed effettive affinché non arriveremo a contare centinaia e centinaio di morti, guardiamo in faccia alla realtà per evitare alla tragedia che già vivono in altre Regioni”.
Di seguito Video del Presidente De Luca
https://www.facebook.com/RegCampania/videos/759302224595293/?t=42
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •