Home Politica Presentazione PUC, il PD insorge: «Redatto con tecniche poco trasparenti. L’amministrazione avvii...

Presentazione PUC, il PD insorge: «Redatto con tecniche poco trasparenti. L’amministrazione avvii un confronto con l’opposizione”

531
0

Duro comunicato da parte del gruppo consiliare del Partito Democratico di Casoria riguardo la presentazione del Piano Urbanistico Comunale tenutasi nel pomeriggio di mercoledì presso il parco Michelangelo. Gli esponenti democratici hanno denunciato la mancanza di trasparenza nella redazione del PUC, stilato senza il coinvolgimento dell’opposizione. Queste le parole apparse nella nota ufficiale: «Gli scriventi consiglieri comunali, Orsino Esposito, Vincenzo Ramaglia, Nicola Rullo, Pasquale Fuccio, Stella Rosaria Cassettino e Alessandro Mariano Graziuso, hanno preso atto attraverso i social network che in data 29 Settembre 2021 alle ore 17:00 presso il Parco ex Aeronautica di via Michelangelo si è tenuta la “PRESENTAZIONE DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE E PROGRAMMA INTEGRATO (PICS)”.
La suddetta, pregevole iniziativa, risulta essere stata quanto meno inopportuna dal momento che la redazione del Piano Urbanistico Comunale non ha finora visto la effettiva partecipazione di diverse forze politiche presenti in consiglio comunale.
E invero, l’unico momento formale di informazione relativamente allo strumento urbanistico si è avuto solo in poche commissioni permanenti consiliari, nel corso delle quali il dirigente all’urbanistica si è semplicemente limitato ad illustrare ai consiglieri commissari lo stato di realizzazione del Piano Urbanistico Comunale, senza che questi abbiano potuto di fatto partecipare ai lavori e dare un loro contributo.
In altre parole l’Amministrazione Comunale ha presentato alla città un Piano redatto con tecniche per nulla trasparenti e sfuggenti ad ogni forma di preventivo controllo democratico. Gli scriventi rappresentanti del popolo non hanno dunque potuto verificare se il PUC elaborato soddisfi realmente gli interessi generali della collettività che da anni è in attesa di un adeguato strumento urbanistico in grado di garantire una migliore vivibilità del territorio, improntata ad un decisivo ampliamento delle aree a verde e senza minimamente implementare il carico urbanistico attraverso un’ulteriore inopportuna cementificazione. Le diverse aree dismesse, vero strumento per ridisegnare il volto della città di Casoria per le future generazioni, sarebbero dovute essere rimodulate e configurate a seconda del contesto territoriale in cui incidono, non potendosi oggettivamente trattare con il medesimo criterio le aree allocate al centro della città e quelle situate in periferia. Tali ed altre considerazioni richiedevano un attento e ponderato processo di valutazione che avrebbe dovuto vedere la parte politica tutta pienamente coinvolta nel disegno della Casoria che verrà, e non l’estromissione di parte della stessa che subisce insieme alla popolazione le decisioni assunte da un nugolo di soggetti in riservate stanze. In conclusione, il gruppo consiliare del Partito Democratico, nel dichiarare profondo disprezzo avverso le modalità operative scelte dall’Amministrazione per la redazione del PUC, invita la stessa ad avere un comportamento di reale e trasparente confronto democratico con tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale».

Articolo precedenteEuropa League: Il Napoli perde in casa contro lo Spartak Mosca, decisiva l’espulsione di Mario Rui
Articolo successivoSindaci, meno bla, bla, bla e più fatti per recuperare gli astenuti.
Non penso che tutti i rapporti dei servizi segreti siano scottanti. Alcuni giorni apprendo di più dal New York Times (cit.). Se esiste il diritto di cronaca esisterà anche quello di raccontare, perché un buon giornalista non è quello che scrive, ma quello che parla tacendo.