Home Napoli Il piccolo eroe Francesco Paolillo: piccoli passi per rimettere in sicurezza le...

Il piccolo eroe Francesco Paolillo: piccoli passi per rimettere in sicurezza le aree a lui dedicate.

31
0

Un piccolo grande passo è stato fatto per dare giustizia a Francesco Paolillo, il piccolo eroe deceduto a 14 anni, nell’ottobre del 2005.

Francesco, insieme ad alcuni amici, si era recato nella struttura di un palazzo in costruzione a Ponticelli per giocare ma, per aiutare un amichetto a scendere da un’impalcatura, la sua vita si è spezzata cadendo da diversi metri d’altezza.

Con l’aiuto della sua famiglia, il rudere è stato messo in sicurezza, per poi ridiventare “pericoloso” col passare degli anni, in quanto sono presenti tuttora fossati e materiali di risulto.

Ieri, abbiamo contattato telefonicamente il fratello del piccolo, Alessandro, che ci ha segnalato l’aiuto ricevuto da varie istituzioni.

Come si evince dalle foto, una parte di rifiuti, le carcasse di auto e scooter sono stati rimossi dal “cantiere” grazie all’aiuto di Anna Ferrara, Assessore all’Ambiente della VI Municipalità di Napoli, del comandante dei Vigili e dell’ASIA.

Altri provvedimenti, saranno presi al più presto anche per la manutenzione delle giostrine nel parco dedicato al piccolo Francesco.

Si terrá inoltre, in tempi brevi, un vertice al Comune di Napoli per discutere circa il raccoglimento dei rifiuti restanti.

Questo è solo l’inizio di una giustizia richiesta da anni, dalla famiglia di Francesco.

I bambini di Ponticelli e non solo, hanno il diritto di giocare e “vivere” serenamente, in nome di un bambino eroe che ha sacrificato la sua vita per un suo coetaneo.

Articolo precedente“Dentro la violenza: aspetti psicologici e giuridici!”
Articolo successivoAl Teatro Augusteo di Napoli, da venerdì 17 fino a domenica 26 febbraio, Gigi e Ross saranno in scena con lo spettacolo musicale “Troppo napoletano”.
Studentessa di lettere moderne presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II". Amante dei libri trattanti la metafisica. Autodidatta nel campo della pittura. La sua passione è sempre stato il giornalismo, e non vede l'ora di realizzarla.