Il riferimento è palesemente rivolto alla possibilità che la Regione Campania  ha dato agli enti locali, mettendo in essere delle procedure di selezione pubblica per l’ingresso di 10mila persone da impiegare negli suddetti enti.

Il progetto è nato con l’obiettivo di innovare la Pubblica Amministrazione, attraverso l’inserimento di diversi profili professionali e di colmare le carenze di impiegati che si segnalano negli uffici tecnici, per figure come geometri e ingegneri, e tra gli istruttori amministrativi. Ad ottobre scorso la Giunta regionale della Campania ha approvato un’apposita delibera per affidare a Formez l’avvio delle selezioni.
L’atto offriva agli enti locali campani la possibilità di stipulare un accordo di programma con la Regione Campania e di comunicare quindi all’ente il proprio fabbisogno di personale, necessario per l’avvio delle procedure concorsuali per le 10mila assunzioni in Campania.

In data 18 ottobre 2018 è stata pubblicata la Manifestazione d’interesse all’iniziativa regionale “Piano per il lavoro nelle pubbliche amministrazioni della Campania”, destinata agli Enti locali della Campania; Gli Enti locali che intendevano aderire alla Manifestazione d’interesse dovevano far pervenire, entro 60 giorni dalla sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania (BURC numero 76 del 18/10/2018), apposita nota di trasmissione, a firma del legale rappresentante.

l’Accordo di collaborazine, impegnerà il Comune a:
Effettuare l’analisi del fabbisogno di personale per il triennio 2018-2020, con il supporto del sistema informativo messo a disposizione da Formez-Pa, entro 30 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo de quo;
Individuare, con il supporto del medesimo sistema informativo, le unità di personale reclutabili a tempo indeterminato ed a tempo determinato, nel triennio 2018-2020, nei profili di interesse del progetto RIPAM Campania;
Verificare la sussistenza delle condizioni per l’assunzione delle unità di personale di cui al punto precedente, quale requisito per poter deliberare l’adesione al progetto RIPAM Campania ed esercitare espressa delega alla Commissione interministeriale RIPAM;
Far svolgere, presso le proprie sedi, ai candidati selezionati attraverso il progetto RIPAM il periodo di formazione on the job, garantendo ogni supporto necessario e la collaborazione alla valutazione finale del percorso formativo.
Raggiunto telefonicamente l’ex Sindaco dott. Giosuè de Rosa, però dichiara: “si sarebbe ancora in tempo per poter aderie a tale accordo, anche il comune di Napoli ha aderito di recente, sarebbe opportuno che i candidati sindaci tutti chiedessero al Commissario Prefettizio di aderire”.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •