Home Casoria Percorso di PCTO del Liceo Gandhi

Percorso di PCTO del Liceo Gandhi

223
0

Il Liceo polispecialistico Gandhi in accordo con il Centro Interdipartimentale di Ricerca LUPT, ha avviato un Percorso di Competenze Trasversali e di Orientamento (PCTO) sulle politiche territoriali mediante attività di monitoraggio sulla città di Casoria. Un impegno ardito, ma al contempo audace, sia per i docenti del dipartimento di Urbanistica dell’Università Federico II di Napoli, sia per gli studenti.  Le attività, coordinate dal Prof. Ferdinando Musto, hanno visto un susseguirsi di contributi interessanti da parte di docenti e ricercatori della Facoltà di Architettura e di Urbanistica dell’Ateneo Federico II. I ragazzi, quindi, sono stati chiamati, mediante un’analisi strettamente scientifica delle realtà paesaggistiche casoriane, ad una riflessione critica. Qual miglior Virgilio pronto a guidare gli studenti, se non il prof. Musto, profilo di eccellenti competenze e soprattutto, casoriano puro! Durante le lezioni, i temi trattati hanno spaziato da una parte all’altra in maniera dinamica, dalla sociologia, alla climatologia, passando per una branchia delle scienze, ossia la geologia. Da argomenti puramente teorici si è passati ad altri pratici, ossia il censimento di un popolo, magari finalizzato ad un’analisi dei bisogni.Uno strumento fondamentale per la realizzazione di quanto appena accennato è il GIS, (Geographic Information System), detto anche sistema informativo territoriale, il quale permette di acquisire ed analizzare dati, con la restituzione di informazioni di stratificazione territoriale. È importante evidenziare che, il percorso di PCTO al quale studenti edi docenti stanno lavorando, si snoda lungo una visione integrata di apporti e di temi riguardanti obiettivi, particolarmente il n.11 ‘città sostenibili’, ed il n. 9 ‘patrimonio e paesaggio dell’Agenda 2030’. Il progetto è strettamente correlato, inoltre alle attività di educazione civica, le quali sono sviluppate dai docenti dei consigli di classe del triennio del settore B del Liceo Scientifico. Tra le finalità dell’arduo lavoro svolto fin ora,vi è proprio quella di sollecitare sia i giovani studenti che le famiglie a loro connesse, a farsi interpreti di una cittadinanza attiva all’interno di un disegno di riqualificazione urbana, sociale ed economico-produttiva che restituisca la città ai suoi cittadini!L’istituto ha avviato la prima ‘edizione’ di un progetto di durata triennale, da replicare al termine dello stesso e che creerà le basi per l’attivazione di un osservatorio su problemi della città e sulle politiche di gestione amministrativa, mediante uno spirito di continuità e di collaborazione. Per le prime settimane di giugno è previsto un incontro di confronto tra le parti, scuola, università, amministrazione comunale, rappresentanti di enti sovralocali ed Associazioni, tra cui Legambiente.L’ambizioso progetto, presentato poc’anzi, si è rivelato essere un’importante sfida che dovrebbe essere da modello per le comunità scolastiche tutte. È doverosoringraziare da parte della componente studentesca coinvolta, in particolar modo, la Dirigente scolastica, nonché la prof. Errichielloe le docenti Assunta Pagliuca e Lucia Russo, per l’impegno e per la grande passione che quotidianamente impiegano per accompagnare e soprattutto guidare i ragazzi nel percorso. Concludo sostenendo dunque che,i giovani, per far meglio di chi ad oggi ha commesso degli errori, devono partire da percorsi di studio come quelli che il Liceo Gandhi sta portando avanti, perché è indispensabile per un domani, avere una classe dirigente preparata, capace e pronta a risollevare una città ormai affossata.

 

 

Articolo precedenteIl Napoli corsaro a Torino: 2-0 e Juve e Milan raggiunti
Articolo successivoVaccinazioni over 50 aperta la piattaforma ma senza vaccini.
Studente del quinto anno del liceo scientifico, è membro della ‘Commissione osservatori Esteri’ del C.N.G. Tra le sue passioni, oltre quella del giornalismo, mezzo ad altissimo impatto mediatico e sociale, vi è la lettura e un forte attivismo politico.