Home Sport Per il Napoli la difficile sfida di Bergamo

Per il Napoli la difficile sfida di Bergamo

207
0

E’ ancora tempo per sperare. E’ ancora tempo per provare. E’ ancora tempo per afferrare il sogno. E’ tempo di Atalanta-Napoli, di domenica alle 15. Continua la corsa arrembante allo scudetto per la squadra partenopea, i tre punti di distacco dal Milan capolista ingolosiscono, e gli azzurri – di certo – non si sono tirati indietro quando hanno dovuto mostrare quanta fame avessero. L’andata, col senno di poi, è stata il frutto di un’illusione; i bergamaschi non sono riusciti a reggere le vertigini di classifica, il Napoli, invece, non ha dovuto ridimensionare le proprie ambizioni. Gli uomini di Spalletti, però, così come accaduto proprio all’andata, dovranno far fronte ad una sfilza di calciatori che rasentano l’insostituibilità. Su tutti Osimhen, proprio quando era riuscito ad avere di nuovo feeling con il gol. I padroni di casa accennano ad un sorriso, ma la loro discontinuità a far da padrona è un fattore troppo preminente per permetterli un ghigno sardonico.
Dunque che partita ci attende?, cerchiamo di capirlo insieme a suon di numeri, statistiche, e curiosità.
PRECEDENTI – tra Atalanta e Napoli è la sfida numero 102 in Serie A. Negli ultimi 11 incontri la Dea ha vinto 6 volte, 4 volte i partenopei.
29 VITTORIE ATALANTA; 28 PAREGGI; 44 VITTORIE NAPOLI (115 GOL ATALANTA; 144 GOL NAPOLI)
ULTIMA VITTORIA ATALANTA AL “GEWISS STADIUM”: 21 febbraio 2021, Atalanta-Napoli 4-2 (51′ Zapata, 58′ Zielinski, 64′ Gosens, 71′ Muriel, 75′ aut. Gosens, 78′ aut. Romero)
ULTIMO PAREGGIO AL “GEWISS STADIUM”: 29 ottobre 2014, Atalanta-Napoli 1-1 (59′ Denis, 87′ Higuain)
ULTIMA VITTORIA NAPOLI AL “GEWISS STADIUM”: 3 dicembre 2018, Atalanta-Napoli 1-2 (2′ Fabiàn, 11′ Zapata, 40′ Milik)
L’ANDATA – 4 dicembre 2021, Napoli-Atalanta 2-3 (7′ Malinovskyi, 40′ Zielinski, 47′ Mertens, 66′ Demiral, 71′ Freuler). I partenopei pieni di assenze riescono comunque a giocarsela fino alla fine, pur tuttavia non ottenendo nemmeno un punto, possono uscirne soddisfatti e speranzosi per il futuro. Gli ospiti bergamaschi – mai domi – ottengono la quinta vittoria esterna consecutiva. Una partita, per lunghi tratti, spettacolare.
STATO DI FORMA – Il Napoli, nelle ultime undici giornate di campionato, è stato sconfitto soltanto dal Milan. Azzurri reduci da due vittorie di seguito contro Hellas eppoi Udinese, con Osimhen indiscutibile mattatore autore di due doppiette consecutive. L’Atalanta, nelle ultime 10 partite di campionato, è riuscita a portarsi a casa il bottino pieno soltanto tre volte (contro il Genoa il 9 gennaio, contro la Samp il 28 febbraio, e contro il Bologna nell’ultima giornata disputata). Sicché il cammino della Dea risulta piuttosto altalenante, ne è la controprova l’enorme fatica in quanto a vena realizzativa. Sette gol in dieci partite sono davvero pochi per una squadra in corsa per un posto in Europa.  
PROBABILI FORMAZIONI -ATALANTA: assenti Zapata ed Ilicic, Zappacosta ritorna a disposizione di Gasperini. Koopmeiners e Boga favoriti, rispettivamente, su Pessina e Muriel. Ok anche Malinovskyi.
(3-4-1-2): Musso; Dijmsiti, Demiral, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Zappacosta; Koopmeiners; Malinovskyi, Boga. allenatore Gian Piero Gasperini.
Ballottaggio: Koopmeiners-Pessina 65%-35%; Boga-Muriel 60%-40%.
Indisponibili: Zapata, Toloi, Ilicic.
Diffidati: De Roon.
Squalificati: nessuno.
NAPOLI: Fabiàn non è più alle prese con l’influenza, sarà regolarmente in campo. Dubbio Anguissa. Zielinski non dovrebbe farcela per un posto da titolare, nonostante abbia lavorato in gruppo. Il giovane Zanoli leggermente favorito su Malcuit per sostituire l’infortunato Di Lorenzo.
(4-3-3): Ospina; Zanoli, Juan Jesus Koulibaly, Mario Rui; Lobotka, Anguissa (?), Fabiàn; Politano, Insigne, Mertens; allenatore Luciano Spalletti.
Ballottaggio: Zanoli-Malcuit 55%-45%.
Indisponibili: Di Lorenzo, Ounas, Petagna, Meret.
Diffidati: Anguissa, Demme, Koulibaly.
Squalificati: Osimhen, Rrahmani.
L’arbitro designato è il signor Marco Di Bello, classe 1981, della sezione Brindisi.Guardalinee: Alassio-Del Giovane; IV Uomo: Massa; VAR: Aureliano, AVAR: Longo.

Articolo precedenteArzano, lo Stato risponde alle minacce a Chiariello
Articolo successivoCasoria in trasferta insegue il terzo posto